Quel fedele e instancabile compagno di libertà

Riflettere sull’importanza del cane guida per l’autonomia e la mobilità delle persone non vedenti, sensibilizzare la collettività sia sulle gravi difficoltà economiche delle scuole di addestramento nazionali, sia sulle discriminazioni che vedono ancora protagoniste le persone non vedenti accompagnate dal loro cane guida, nell’accedere ai luoghi di pubblica utilità: sono questi gli scopi della Giornata Nazionale del Cane Guida, istituita nel 2006 dall’UICI, in occasione della quale la componente lombarda della stessa UICI ha promosso una pubblica manifestazione per il 15 ottobre a Milano

Cane guida al guinzaglio di una persona con disabilità visiva«Esprimo un sentito ringraziamento all’Amministrazione Comunale milanese, che patrocinerà questa manifestazione. Proprio per le finalità che l’iniziativa si pone, infatti, la vicinanza delle Istituzioni locali rappresenta per noi un valore aggiunto. Sarà una giornata da trascorrere insieme, per riflettere in maniera serena sull’importanza del cane guida per l’autonomia e la mobilità delle persone non vedenti, nonché per sensibilizzare la collettività sulle gravi difficoltà economiche in cui versano le scuole di addestramento nazionali. Tale situazione genera ripercussioni sugli utenti, in quanto sono costretti ad affrontare tempi sempre più lunghi di attesa per la consegna del cane guida».
Così Nicola Stilla, presidente dell’UICI della Lombardia (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), invita la cittadinanza all’iniziativa promossa per il 15 ottobre a Milano, in occasione della Giornata Nazionale del Cane Guida 2017, che prenderà il via in mattinata (ore 10) in Piazza Duomo, dove verrà allestito un punto informativo. Presso quest’ultimo, fino al pomeriggio (ore 16), alcune persone accompagnate dal loro cane guida distribuiranno brochure e forniranno informazioni agli interessati. Inoltre, a partire dalle 11 e fino alle 12.30, vi sarà anche una dimostrazione di addestramento, a cura della Scuola Cani Guida del Lions Club di Limbiate.

«Intendiamo informare e sensibilizzare i cittadini – sottolinea ancora Stilla – sulla necessità delle scuole per cani guida di trovare persone e famiglie a cui affidare i cuccioli fino all’età utile per iniziare l’addestramento. Auspichiamo pertanto la più ampia partecipazione, anche perché continua purtroppo ad accadere spesso che alle persone non vedenti accompagnate dal loro cane guida sia negato l’accesso ai luoghi di pubblica utilità, adducendo le più diverse motivazioni di presunto carattere pratico o sanitario, ma che in realtà sono dettate solo da pregiudizi sia verso la persona, sia verso il cane dal quale viene accompagnata. Oltre che diffondere la corretta conoscenza delle norme di legge che garantiscono in tal senso la persona non vedente accompagnata dal cane guida [Legge Nazionale 37/74, poi integrata e modificata dalla 376/88 e dalla 60/06, N.d.R.],, siamo convinti che ancor più importante sia un cambiamento culturale e crediamo che proprio momenti come quello del 15 ottobre possano rappresentare un passo, seppur piccolo, lungo il tortuoso percorso che ci auguriamo conduca verso questo cambiamento».

Istituita nel 2006 dall’UICI, la Giornata Nazionale del Cane Guida vuole essere un momento di riflessione sull’importanza di questo fedele e instancabile compagno di libertà, nonché l’occasione per sensibilizzare appunto la collettività verso le discriminazioni che, nonostante le disposizioni di legge, vedono protagoniste le persone non vedenti accompagnate dal loro cane guida nell’accedere ai luoghi di pubblica utilità. (M.P. e S.B.)

Per ulteriori informazioni: uiclomb@uiciechi.it (Massimiliano Penna).

Delle battaglie per il diritto all’accesso dei cani guida – condotte con forza, oltreché dall’UICI, anche dall’Associazione Blindsight Project – il nostro giornale si è occupato molto spesso in questi anni. Nella colonnina a destra del nostro articolo intitolato A scuola con il cane guida (rintracciabile a questo link), elenchiamo i contributi da noi pubblicati su questo tema negli ultimi tre anni.

Stampa questo articolo