Exposanità 2018: i nuovi ausili elettronici e l’adattamento della casa

Tra i temi che verranno posti in primo piano a “Exposanità 2018” – ventunesima edizione della Mostra Internazionale al Servizio della Sanità e dell’Assistenza, in programma a Bologna dal 18 al 21 aprile – vi sarà innanzitutto quello riguardante i nuovi ausili elettronici disponibili nel Nomenclatore Tariffario, approvato poco più di un anno fa con i nuovi LEA (Livelli Essenziali di Assistenza) e anche quello relativo all’adattamento della casa per le persone non autosufficienti. A tali materie, infatti, verranno dedicati ben undici seminari

Exposanità 2016

Immagine di repertorio relativa a “Exposanità 2016”

Da domani, 18 aprile, a sabato 21, tornerà a Bologna Fiere Exposanità, ventunesima Mostra Internazionale al Servizio della Sanità e dell’Assistenza.
Si tratta di una manifestazione ove tradizionalmente vengono presentati servizi, prodotti e soluzioni di ultima generazione, che le aziende e gli operatori del settore studiano, progettano e innovano ogni giorno, per rendere più efficiente la gestione del sistema sanitario e più efficace il percorso di cura alla persona.
Questi i numeri dell’edizione 2018: 11 saloni, 634 aziende, 235 workshop, 600 ore di formazione.

Tra i temi che verranno posti in primo piano, ci sarà innanzitutto quello riguardante i nuovi ausili elettronici disponibili nel Nomenclatore Tariffario approvato poco più di un anno fa con i nuovi LEA (Livelli Essenziali di Assistenza), e la cui piena applicazione procede a rilento e non in tutte le Regioni. E anche quello relativo all’adattamento della casa per le persone non autosufficienti. In materia saranno ben 11 i seminari dedicati.
Spicca in particolare l’appuntamento del pomeriggio di giovedì 19, promosso dal GLIC, la rete che riunisce trenta Centri Ausili informatici per disabili sparsi in dodici Regioni d’Italia, per fare il punto della situazione sui nuovi ausili prescrivibili e sull’applicazione del nuovo Nomenclatore nelle Regioni.
Il seminario vedrà la partecipazione di tutti gli attori coinvolti sul Nomenclatore: il Ministero della Salute, il mondo associativo tramite la FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), i medici prescrittori con la SIMFER (Società Italiana di Medicina Fisica e Riabilitazione), le ditte di ausili con l’Assoausili e gli enti territoriali con il servizio di assistenza protesica dell’ASL Alto Adige (l’incontro è a partecipazione gratuita, ma serve iscriversi tramite un messaggio da inviare a segreteria@centriausili.it. A questo link è disponibile il programma completo).

Di particolare rilievo anche il seminario organizzato dal CRA Emilia Romagna (Centro Regionale Ausili), intitolato Verso una vita lunga un secolo. Le sfide per la sanità tra Integrated Care e nuove tecnologie, dedicato alle opportunità offerte dalle tecnologie a sostegno dei percorsi di cura integrata costruiti intorno alla persona (Digital Health); quello promosso da Anziani e non solo (Verso una nuova domiciliarità: ambienti di vita assistiti e tecnologie a sostegno della qualità di vita e assistenza alla persona anziana); e quello voluto dall’AIFI Emilia Romagna (Associazione Italiana Fisioterapisti) sugli sviluppi della professione nell’ambito dei nuovi LEA.

Completiamo questa rapida rassegna, ricordando altri tre appuntamenti sulle nuove tecnologie (organizzati rispettivamente da Leonardo Ausili, Helpicare e Auxilia), uno sulla non autosufficienza (Uneba-Unione Nazionale Istituzioni e Iniziative si Assistenza) e due sull’adattamento della casa per la disabilità (AITO-Associazione Italiana Terapisti Occupazionali, Planning Congressi e Dipartimento Design e Architettura dell’Università di Genova).

A questo link si può scaricare l’elenco di tutti gli appuntamenti citati nella presente nota, i link ai relativi programmi e le modalità di iscrizione.

Stampa questo articolo