Brindo alla Gioia!

C’è l’Associazione Genitori Tosti in Tutti i Posti tra coloro che hanno principalmente collaborato all’organizzazione dell’iniziativa dal bel titolo “Brindo alla Gioia!”, promossa per il 30 settembre al Pavaglione di Lugo di Romagna (Ravenna) e pensata da Davide Solaroli, docente di sostegno alla scuola primaria e consigliere comunale, con l’obiettivo di acquistare dei giochi inclusivi per uno dei due parchi pubblici della città romagnola

Locandina dell'evento "Brindo alla Gioia!", Lugo di Romagna, 30 settembre 2018C’è l’Associazione Genitori Tosti in Tutti i Posti tra coloro che hanno principalmente collaborato all’organizzazione dell’iniziativa dal bel titolo Brindo alla Gioia!, promossa per domenica 30 settembre al Pavaglione di Lugo di Romagna (Ravenna) e pensata da Davide Solaroli, docente di sostegno alla scuola primaria e consigliere comunale, con l’obiettivo di acquistare dei giochi inclusivi per uno dei due parchi pubblici della città romagnola.

Dopo i laboratori per bambini con i quali inizierà la giornata (ore 15), in parallelo ci sarà un dibattito sull’inclusione sociale (ore 16), cui parteciperà innanzitutto Guido Venturini, in rappresentanza delle persone con disabilità insorta in età adulta, che racconterà di come la sindrome di Menière gli abbia portato via un lavoro che amava, ma anche di come la sua famiglia l’abbia sostenuto, consentendogli di convivere con la sua disabilità e la sua malattia.
Successivamente Cochlear Italia interverrà in qualità di azienda produttrice di neuroprotesi, raccontando quanto impatti sulla vita degli operatori quella dei loro pazienti e dei familiari degli stessi, portandoli ad ottenere risultati talora inaspettati, grazie a un atteggiamento all’insegna della professionalità e della disponibilità sul piano umano.
E ancora, Antonio e Maria Ferrulli racconteranno l’autismo del loro figlio Gabriele, di come l’abbiano rispettivamente vissuto e di ciò che a loro avviso le Istituzioni potrebbero e dovrebbero fare per lui.
Sempre in àmbito di famiglia, è prevista quindi la testimonianza della sorella di una persona con disabilità, che parlerà dei siblings, il termine inglese usato appunto per qualificare i fratelli e le sorelle di persone con disabilità, descrivendo un mondo lasciato spesso in disparte.
Infine, una maestra si soffermerà sulla vita in classe di alunni e insegnanti di un bambino con disabilità, mentre un operatore dell’ASL porterà la propria testimonianza sul percorso che le famiglie devono affrontare, quando devono portare alle terapie i propri figli.

La giornata si concluderà alla grande con un’esibizione del pianista sordo Davide Santacolomba – della cui magia musicale abbiamo già raccontato sulle nostre pagine – seguito da un’esecuzione orchestrale dell’Inno alla Gioia di Beethoven. E al brindisi finale potranno partecipare anche i bimbi, naturalmente con succhi di frutta! (S.B.)

A questo link è disponibile un video realizzato dai rappresentanti dei Genitori Tosti in Tutti i Posti, per presentare l’evento del 30 settembre. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: genitoritosti@yahoo.it.

Stampa questo articolo