La seconda edizione del progetto “Summer Aut”, rivolto alle famiglie con autismo

Prenderà il via il 5 luglio la seconda edizione di “Summer Aut”, progetto della Cooperativa Sociale campana Autismo e ABA, che risponde alle esigenze delle famiglie con autismo del territorio, grazie ad operatori preparati, in grado di accogliere bambini/e e ragazzi/e con esigenze speciali. Nello specifico verrà garantito un educatore professionale per ogni partecipante, gli spazi saranno organizzati per consentire un accesso agevolato e privo di barriere e le attività verranno modulate in modo da adattarsi alle capacità e alle potenzialità di ciascuno

Autismo e ABA, "Summer Aut", 2021Realizzata come lo scorso anno in collaborazione con Alessandra D’Alterio, pedagogista e consulente ABA in fase di certificazione, la seconda edizione di Summer Aut, progetto della Cooperativa Sociale campana Autismo e ABA, prenderà il via lunedì 5 luglio a Pagani (Salerno), anche questa volta con l’obiettivo di rispondere alle esigenze delle famiglie con autismo del territorio, grazie ad operatori preparati, in grado di accogliere bambini/e e ragazzi/e con esigenze speciali.
«Come previsto dalle Linee Guida di riferimento – spiega Amelia Mangiacapra, presidente di Autismo e ABA – sarà garantito un educatore professionale per ogni partecipante, gli spazi saranno organizzati per consentire un accesso agevolato e privo di barriere e le attività verranno modulate in modo da adattarsi alle capacità e alle potenzialità di ciascuno, per garantire un’offerta completa, stimolante e adeguata».

«Questo progetto educativo – sottolinea ancora la Presidente di Autismo e ABA – si costruisce su un’ambientazione che cala i desideri e l’immaginazione di bambini/e e ragazzi/e nel contesto del territorio in cui vivono, dove sperimentano il proprio percorso di crescita personale e sociale, vivendo una serie di esperienze concrete. All’interno di questa cornice, le attività saranno differenziate e modulate in base alle età dei partecipanti, declinandosi in differenti tipologie. Con l’autorizzazione delle famiglie, sarà inoltre possibile creare anche un “diario multimediale” con filmati e fotografie di tutte le esperienze vissute, mentre dal canto loro gli operatori elaboreranno una relazione finale, da sottoporre ai genitori».

«Siamo dunque particolarmente grati agli sponsor e ai donatori che ci hanno consentito di riproporre questa nuova edizione del progetto e di venire incontro alle famiglie in un periodo come quello estivo, durante il quale non è sempre semplice semplice trovare strutture private che possano ospitare i bambini/e e i ragazzi/e vicini alla nostra Associazione». (S.B.)

Per ogni ulteriore informazione e approfondimento: info@autismoeaba.it.

Stampa questo articolo