La settima edizione delle “Giornate di Cunevo. Linguaggi per crescere”

Le prospettive di vita autonoma delle persone con disabilità e la didattica tramite la Comunicazione Aumentativa Alternativa saranno tra i temi degli incontri in programma per “Le giornate di Cunevo. Linguaggi per crescere”, iniziativa tradizionalmente curata dalla Cooperativa Sociale GSH di Cles (Trento) e dedicata alla formazione e alla costante crescita professionale, di cui il 19 e il 20 novembre prossimi si terrà la settima edizione

Locandina delle "Giornate di Cunevo", 19-20 niovembre 2021Dopo il “fermo” dello scorso anno, a causa dell’emergenza sanitaria, stanno per tornare in Val di Non, nel Trentino, Le giornate di Cunevo. Linguaggi per crescere, iniziativa tradizionalmente curata dalla Cooperativa Sociale GSH di Cles (Trento) e dedicata alla formazione e alla costante crescita professionale, di cui venerdì 19 e sabato 20 novembre si terrà la settima edizione.
«Saranno – spiegano da GSH – due intense giornate di formazione, riflessioni, linguaggi nuovi e strumenti di intervento, con la partecipazione di esperti professionisti che si alterneranno nei seminari proposti».

La prima giornata di venerdì 19, dunque, sarà dedicata all’approfondimento delle competenze documentali dell’operatore sociale, e prevede un incontro presso la Sala Teatro del Comune di Contà (ore 14.30-18), a cura di Paola Nicoletta Scarpa, tutor di tirocinio formativo del Corso di Laurea in Educazione Professionale dell’Università di Ferrara presso il Dipartimento di Scienze Cognitive dell’Università di Trento (Sede di Rovereto).
«L’operatore sociale e l’educatore professionale – è la presentazione del seminario – devono sviluppare competenze comunicative e di documentazione nella propria pratica professionale: spiegare, passare consegne, progettare interventi, narrare avvenimenti, relazionarsi con famiglie e supervisori. La formazione mira dunque ad accrescere contenuti e strumenti della competenza della progettazione efficace degli interventi».

Sempre presso la stessa sede, si riprenderà nella mattinata di sabato 20, invece (ore 9.30.12.30), Alessia Franch, psicologa e psicoterapeuta, e Chiara Traniello, psicologa e mediatrice familiare, stimoleranno interrogativi e riflessioni utili a comprendere la complessità che caratterizza i progetti di abitare inclusivo per persone con disabilità e il loro diritto all’autodeterminazione, nell’ambito delle progettualità Abitare il Futuro della Cooperativa trentina Consolida.
Quindi, nel pomeriggio, Laura Morellato Amoretti, educatrice professionale sanitaria specializzata in CAA (Comunicazione Aumentativa Alternativa), di cui è formatrice e consulente, presenterà esperienze di tale metodica nel processo educativo e didattico, approfondendo le modalità e gli strumenti per una didattica più inclusiva.

Gli incontri si rivolgeranno innanzitutto ad educatori professionali, operatori sociali, psicologi, terp (tecnici della riabilitazione psichiatrica), assistenti sociali e altri professionisti del settore, ma anche a familiari e caregiver, nonché a tutti coloro che possono essere interessati all’acquisizione di strumenti pratici e di competenze di intervento specifiche. (S.B.)

Per ogni altra informazione e approfondimento: info@gsh.it.

Stampa questo articolo