Persone con autismo: un progetto per vincere la sfida della comunicazione

Trenta tablet di ultima generazione dotati del software “Comunicatore Blu(e)”, basato sui princìpi della CAA (Comunicazione Aumentativa Alternativa), per altrettanti Centri di Servizio di riferimento per l’autismo, individuati dall’ANGSA Umbria nella propria Regione e nelle Marche, Abruzzo e Molise dalle rispettive Sezioni ANGSA: consiste in questo il risultato del progetto “Blue Rotary”, promosso dal Distretto Rotary 2090, per sostenere le persone con autismo nelle loro problematiche comunicative e di interazione con il contesto sociale

Tablet con CAA

Un tablet con il software “Comunicatore Blu(e)”, ausilio comunicativo basato sui principi della CAA (Comunicazione Aumentativa Alternativa)

L’acquisto e la consegna di trenta tablet di ultima generazione ad altrettanti Centri di Servizio di riferimento per l’autismo, strumenti dotati di un software sofisticato utile nel facilitare sia l’aspetto della comunicazione che quello del contenimento di comportamenti potenzialmente problematici, in seguito a crisi dirette verso se stessi o verso altri, generando in tal modo un miglioramento dell’interazione comunicativa e sociale tra la persona autistica e il suo interlocutore di riferimento: consiste sostanzialmente in questo il risultato del progetto Blue Rotary, iniziativa promossa dal Distretto Rotary 2090, per sostenere appunto le persone con autismo nelle loro problematiche comunicative e di interazione con il contesto sociale, specie in riferimento ai lunghi anni della pandemia, che hanno ulteriormente alimentato situazioni di chiusura e di marginalità a scapito dei più fragili. Dal canto suo, l’ANGSA Umbria (Associazione Nazionale Genitori di perSone con Autismo) ha partecipato attivamente all’elaborazione del progetto e a individuarne i destinatari, insieme ad altre realtà locali e regionali.
«La “pragmatica sociale” – ricordano a tal proposito dall’Associazione umbra – ossia la capacità di usare e regolare efficacemente la comunicazione per una varietà di scopi, con una serie di interlocutori e in diverse circostanze, viene considerata una delle più grandi sfide per le persone con un disturbo dello spettro autistico».

Nello specifico, il sofisticato software di cui si è detto è l’innovativo Comunicatore Blu(e), ausilio comunicativo basato sui princìpi della CAA (Comunicazione Aumentativa Alternativa). Il dispositivo sarà utilizzato come facilitatore in ambito terapeutico, ma anche nella vita quotidiana, per superare limiti dovuti a deficit del linguaggio e della comunicazione. Il comunicatore tablet è collegato infatti ad un’area riservata online gestibile da PC direttamente dalla famiglia e dalla rete terapeutica che supporta la persona con autismo, permettendo la creazione di griglie di comunicazione, con l’utilizzo di immagini, video e contenuti audio. L’area riservata, inoltre, consente anche di ricevere ed elaborare dati statistici, utili per ottimizzare l’intervento terapeutico e favorire il lavoro di rete tra famiglia, scuola, terapisti, educatori e caregiver, a vantaggio della persona autistica.

«L’intero progetto – informano dall’ANGSA Umbria – è stato sviluppato da una Commissione Distrettuale del Rotary guidata dalla presidente Lisa Ruhe Minelli (Rotary Club di Gubbio) e della quale fanno parte anche Fabio Berellini (Rotary Club di Assisi, vicepresidente), Eleonora Spalloni (Rotary Club di Assisi), i presidenti delle Sezioni ANGSA Alessandra Portinari (Abruzzo), Antonella Foglia (Marche), Paolo Donnarumma (Molise) e quella della nostra Sezione Paola Carnevali Valentini, oltreché dal vicepresidente dell’ANGSA Abruzzo Angelo D’Angelo. La messa a sistema dei tablet, infatti, è stata curata in collaborazione con la rete delle Associazioni ANGSA che fanno parte del Distretto 2090, ossia di Umbria, Marche, Molise e Abruzzo, che hanno curato l’efficacia del dispositivo e, ognuna per la propria Regione, l’individuazione delle strutture destinatarie dei tablet nei principali Centri di riferimento e/o di servizio per l’autismo, maggiormente accreditati». (S.B.)

Per ogni ulteriore informazione e approfondimento: Ufficio Stampa ANGSA Umbria (Alessia Chiriatti), alessia.chiriatti@gmail.com.

Stampa questo articolo