Sport e Turismo

Lo sviluppo turistico attraverso l’accessibilità

Lo sviluppo turistico attraverso l’accessibilità

Il progetto “In…Forma. Viaggio Sociale”, promosso dall’Associazione Dimensione Volontario, mira a sviluppare il turismo accessibile in tutto l’Abruzzo, partendo dai Comuni di Roseto e Pineto. «Il nostro vero obiettivo – spiega Peppe Palermo, presidente di Dimensione Volontario – è offrire servizi adatti all’accoglienza delle persone con disabilità che siano apprezzati anche da chi non ha alcuna disabilità perché ideati per soddisfare sì la comodità, ma anche la bellezza e il gusto». In tal senso è stato anche lanciato un questionario, rivolto ad associazioni e operatori del turismo

Tempo di modellini, ma che modellini!

I modellini Porsche che sulla pista "Monza" saranno protagonisti del "Campionato GT di Slot Car", presso la palestra sportiva dell'Unità Spinale del Niguarda a Milano

Le “slot car”, modellini di veicoli da utilizzare su piste elettriche, saranno al centro domani, 12 dicembre, a Milano, di una bella iniziativa promossa all’insegna della sport-terapia, della socializzazione e dell’inclusione, dall’Associazione AUSportiva, presso l’Unità Spinale dell
‘Ospedale Niguarda. Per l’occasione, infatti, verrà presentata la nuova pista “Monza” – copia del famoso circuito – e su di essa si correrà un “Campionato Gran Turismo di Slot Car”, con le nuove macchinine Porsche, riprodotte fedelmente in scala 1:32 da Carrera Toys

Il primo Torneo Italiano di Tennis per Ciechi

Una partita di Tennis per Ciechi

L’eredità sportiva di Miyoshi Takei, giovane giapponese non vedente che tra la fine degli Anni Ottanta e Novanta letteralmente inventò il Tennis per Ciechi, giocato con una speciale pallina dotata di sonagli, si è ormai diffusa in tutto il mondo, fino ad arrivare da qualche anno anche in Italia. E dopo anni di duro lavoro di informazione e diffusione, si è ora finalmente giunti al primo Torneo Italiano di Tennis per Ciechi, che nei prossimi giorni a Bologna vedrà persone non vedenti e ipovedenti di ambo i generi sfidarsi per il primo titolo italiano ufficialmente riconosciuto

Subacquea e persone con disabilità: due giorni di iniziative a Milano

Foto di gruppo per HSA Italia, con Laura Costa (seconda da destra), subacquea con paraplegia, dotata di brevetto HSA

Domani, 17 novembre, e domenica 18, vi sarà a Milano una serie di eventi a tema “Subacquea e disabilità”, promossi da HSA Italia (Handicapped Scuba Association International), l’Associazione Nazionale Attività Subacquee e Natatorie per Disabili, in partnership con l’Associazione AUSportiva Niguarda e il Centro Virgin Active. Il tutto per raccontare, con azioni concrete, quanto sia importante l’attività sportiva e, in generale, gli sport acquatici, per le persone che vivono la disabilità

Vieni a provare il brivido del goal!

Vieni a provare il brivido del goal!

Nato prevalentemente per atleti con disabilità dalle capacità fisiche assai ridotte, a causa di malattie come la distrofia, l’amiotrofia spinale o l’osteogenesi imperfetta, il calcio in carrozzina elettrica è praticato già da tempo a livello internazionale, mentre in Italia siamo ancora a livello pionieristico. Un passaggio incoraggiante è previsto però per l’11 novembre a Bari, grazie all’impegno dell’Associazione Oltre Sport, la cui squadra incontrerà la Power Albatros della Basilicata. Per l’occasione, inoltre, tutti potranno provare a misurarsi con questa disciplina

Quella Casa Vacanze è la storia di una “favola”, ma è anche una bella realtà

Quella Casa Vacanze è la storia di una “favola”, ma è anche una bella realtà

È stata certamente la felice conclusione di una “favola”, costruita con i mattoni della generosità, ma è anche e soprattutto una bella realtà, che ha già consentito a tante persone con disabilità di vivere una bella vacanza in perfetto relax, in un ambiente accessibile e vivibile autonomamente, la Casa Vacanze di Platamona della UILDM di Sassari (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), recentemente presentata alla cittadinanza, nel corso di un evento pubblico

Per due giorni Torino capitale dello sport praticato da persone con disabilità

Un'immagine dello scorso anno, relativa alla prima edizione di "Iron Mind", evento ideato dall’Associazione Marco Berry - Magic for Children, fondata dal noto conduttore televisivo, che punta ad avvicinare allo sport giovani con disabilità tra i 6 e i 17 anni

Una nuova regata internazionale di canottaggio sulle acque del Po, l’evento “Iron Mind”, dedicato all’avvicinamento allo sport di giovanissimi con disabilità, una corsa o camminata non competitiva e il gran finale del Giro d’Italia di Handbike: il 13 e 14 ottobre Torino diventerà per due giorni la vera e propria “capitale” dello sport praticato da persone con disabilità, grazie a queste quattro importanti manifestazioni

I “V4A® Awards” premiano l’ospitalità accessibile

Uno scorcio della Repubblica di San Marino, aggiudicatasi il "V4A® Award 2018" nella categoria "Destination for all", riservata a quelle «destinazioni turistiche che hanno investito in accessibilità, informazioni, servizi specializzati ecc. e che sono in grado di rispondere in modo professionale e organizzato alle richieste di ospitalità accessibile»

Sono alberghi, villaggi vacanze e campeggi di Italia, Croazia e San Marino, che hanno investito nella formazione del personale e nell’accessibilità trasparente delle loro strutture, garantendo, in questo àmbito, un’informazione chiara e trasparente. E domani, 9 ottobre, all’interno dell’“Hospitality Day” di Rimini, Village for all (V4A®), la nota rete specializzata in ospitalità accessibile, li premierà con i meritati “V4A® Awards”

Hockey in carrozzina: Campioni del Mondo, Campioni del Mondo!

La grande festa della Nazionale Italiana, appena laureatasi Campione del Mondo

«Complimenti, ragazzi, siete stati strepitosi! Una vittoria di cuore e di grinta. Avete offerto a tutti uno spettacolo unico»: così Luca Pancalli, presidente nazionale del CIP (Comitato Italiano Paralimpico), ha commentato la vittoria della Nazionale Italiana di wheelchair hockey (hockey in carrozzina elettrica), che per la prima volta – dopo il quarto posto ai Mondiali del 2010 e l’argento agli Europei del 2016 – si è laureata Campione del Mondo a Lignano Sabbiadoro (Udine), superando ai calci di rigore la Danimarca in una combattutissima finale

Un territorio progettato realmente per tutti

Oltre ottanta persone – tra cittadini, operatori turistici e sociali e referenti di Enti Pubblici del territorio – hanno partecipato a Pinerolo (Torino) al convegno “Un territorio accogliente: accessibile e fruibile a tutti”, organizzato dal Gruppo di Azione Locale (GAL) Escartons e Valli Valdesi, in collaborazione con la CPD di Torino (Consulta per le Persone in Difficoltà). Grande è stato l’interesse per le tematiche trattate e per i preziosi spunti di riflessione sul “Turismo per Tutti”, quale strategia concreta per l’incremento di prodotti e servizi turistici in una prospettiva inclusiva

Il “Parolimparty” di Milazzo: all’insegna dello sport e dell’inclusione

Abbattere le barriere tra sport e disabilità: è questa la grande ambizione di “Parolimparty”, prima mega convention di sport da spiaggia del Sud Italia, dedicata alle persone con disabilità, in programma dal 7 al 9 settembre presso l’“Open Sea AISM” di Milazzo (Messina), a cura di Mediterranea Eventi, dell’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) e dell’Associazione BIOS. Per l’occasione sono previsti tra l’altro tornei di otto diverse discipline, in cui si cimenteranno, posti alle stesse condizioni, persone con differenti disabilità e “normodotati”

Uno stabilimento balneare, una spiaggia, una piscina, veramente per tutti

Nei prossimi giorni arriveranno a Bibione (Venezia), da sette Regioni italiane, i rappresentanti di tante celebri località balneari, per il primo vero summit di questo settore, voluto al fine di tracciare nuovi programmi di innovazione e progettazione strategica delle spiagge italiane. Ed è importante che a un appuntamento del genere partecipi Village for all (V4A®), la nota rete specializzata in “turismo accessibile”, che porterà anch’essa il proprio contributo, sulla scia del manuale operativo pubblicato di recente, dal titolo “Stabilimenti balneari, spiagge e piscine per tutti”

Ci sono sport impegnativi che fanno bene alle persone con sclerosi multipla

Denominata “MS and Sport Activity: Wind of Change” (letteralmente “Sclerosi multipla e attività sportiva: vento di cambiamento”), si è svolta all’Isola d’Elba un’iniziativa promossa dalla FISM – la Fondazione Italiana Sclerosi Multipla che opera a fianco dell’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) – e dall’Università di Genova, che ha evidenziato come anche sport complessi e faticosi, quali la vela, l’arrampicata o il windsurf, possano avere un effetto positivo sulle persone con sclerosi multipla, stimolando chi li pratica, sia da un punto di vista fisico che emotivo

Disabilità e accesso allo sport in Emilia-Romagna (passando per Giuseppe Verdi)

«Cosa c’entra Verdi – scrive Stefania Delendati – con la fisioterapia e lo sport? I Lettori non si affrettino a rispondere “niente”, perché a Villanova sull’Arda (Piacenza), è in funzione dal 1888 un ospedale voluto e finanziato proprio dal “Cigno di Busseto” e a lui intitolato, che dal 1973 è un centro di riabilitazione e che presto diventerà il Centro Nazionale Paralimpico del Nord Italia. Una destinazione, questa, che non tradirà il mandato originario della struttura, ma che anzi lo attualizzerà, perché a Villanova i pazienti sono sempre stati protagonisti di un progetto di reinserimento»

All’Ospedale San Camillo di Venezia la riabilitazione passa anche dallo sport

In luglio l’inaugurazione di un campo da tennis completamente accessibile e funzionale alla riabilitazione neuromotoria, nel prossimo mese di settembre un pontile galleggiante che servirà per salire e scendere dalle imbarcazioni adibite al corso di vela per persone con disabilità. Non accade in un’innovativa struttura sportiva, ma all’Ospedale IRCCS San Camillo di Venezia, struttura all’avanguardia nell’integrazione delle persone con disabilità nella vita sociale, ove la riabilitazione passa anche dallo sport

Special Olympics a Chicago, cinquant’anni dopo

A cinquant’anni da quel 20 luglio 1968 che segnò a Chicago l’avvio di Special Olympics, il movimento internazionale dello sport praticato da persone con disabilità intellettiva, tanti rappresentanti di ventuno Paesi dal mondo sono tornati nella città americana, per partecipare alla “Unified Cup”, con squadre composte da atleti con e senza disabilità intellettiva. Nello stesso stadio di allora, arriverà domani, 20 luglio, anche la Fiamma Olimpica, clou delle celebrazioni di quell’anmiversario. Ma non solo: sempre domani, infatti, in tante città del mondo brillerà la luce rossa del movimento

Spiagge libere accessibili sul litorale laziale

Verranno inaugurate il 26 luglio a Marina di Cerveteri (Roma), sei passerelle installate per rendere accessibile alle persone con disabilità motoria un tratto di spiaggia libera. Acquistate da una Società Municipalizzata, tramite i ricavi delle Farmacie Comunali, le strutture si chiudono con due mini-isole, dotate anche di uno spazio per sistemare un ombrellone. L’iniziativa si affianca a “Mare Sicuro 2018”, progetto che prevede tra l’altro la disponibilità di una sedia “Job”, per assistere le persone con disabilità motoria quando raggiungono la riva del mare

Turismo, sport e sicurezza: a Maniago si è gettato il seme

Turismo, sport e sicurezza sono tutti aspetti considerati con attenzione dalla Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità, e il 10 luglio a Maniago, in provincia di Pordenone, hanno trovato un interessante momento di confronto e crescita, in attesa dei Campionati Mondiali di Paraciclismo che si svolgeranno in agosto in quella stessa città friulana. «Alla fine – scrive Stefano Zanut – la sensazione è stata quella di avere piantato un semino da coltivare con attenzione e innaffiare costantemente anche quando si spegneranno i riflettori sull’importante evento di agosto»

Le tante vacanze accessibili della UILDM

Dalla Sicilia alla Sardegna, dalla Campania al Piemonte, dalla Liguria alla Toscana, sono numerose le proposte di vacanze accessibili che arrivano ogni anno dalla UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), perché «quello al divertimento e alla vacanza – come sottolinea il presidente nazionale dell’Associazione Marco Rasconi – è un diritto di tutti, senza nessuna distinzione ed è anche l’occasione per sperimentare l’indipendenza, lontano dal contesto familiare, oltre ad offrire alle famiglie un’opportunità di sollievo dall’intenso lavoro di cura che le coinvolge quotidianamente»