Sport e Turismo

Lo sport tra abilità e integrazione

I ragazzi con distrofia muscolare impegnati sulle nevi del Sestriere, nell'àmbito del Progetto "TraSportAbile: lo sport tra abilità e integrazione"

Ovvero “TraSportAbile”, nome del progetto avviato già da qualche mese dall’Associazione Parent Project, che promuove lo sport come veicolo di integrazione e benessere, in una dimensione ludica e di socialità, proponendo a bambini e ragazzi affetti da distrofia muscolare di Duchenne e Becker un ventaglio di appuntamenti accessibili legati al mondo sportivo, presso vari siti di Torino e dintorni

3.000 atleti per 15 discipline sportive

Un atleta di Special Olympics impegnato nella ginnastica artistica, durante la tappa di Padova di "Play the Games 2016"

18 eventi programmati in diversi weekend, dislocati in 9 Regioni, con il coinvolgimento di circa 3.000 atleti, con e senza disabilità, che arriveranno da ogni parte d’Italia e dalla Repubblica di San Marino, per misurarsi in 15 discipline sportive: sono sempre numeri molto importanti quelli di “Play the Games”, la lunga manifestazione promossa da Special Olympics Italia, il movimento dello sport praticato da persone con disabilità intellettiva

Il diritto a una vacanza “su misura” per tutti

L'intervento di Roberto Vitali, fondatore e presidente di Village for all (V4A®), durante il seminario organizzato dalla Fondazione Ariel a Rozzano (Milano). Al suo fianco Stefania Cirelli, responsabile della Formazione per Ariel

«Stiamo abbattendo tanti muri, frontiere e pregiudizi sul tema della disabilità. Oggi si è raggiunto il riconoscimento del bisogno, ma è giusto che sia riconosciuto anche il desiderio – come la speranza che ci sia un posto dove si possa stare bene e fare una vacanza – e che si lavori per tutelare anche questa dimensione legittima per ogni bambino, per ogni persona, per ogni famiglia»: lo ha detto uno dei genitori di bimbi con disabilità presenti al seminario “Turismo per tutti. Ospitalità accessibile”, promosso a Rozzano (Milano) dalla Fondazione Ariel

Divertimento, spirito “integrato” e grande fair play

Il tiro con l'arco era una delle quattro discipline dimostrative in programma agli "Adria Special Games" di Bibione (Venezia)

Un centinaio di partecipanti, tra atleti, familiari e volontari, ha contraddistinto il successo dei primi “Adria Special Games” di Bibione (Venezia), manifestazione sportiva promossa dal CoorDown (Coordinamento Nazionale Associazioni delle Persone con Sindrome di Down), insieme alla propria Associazione SporT21 Italia, riservata a persone con disabilità intellettiva e relazionale. Tanto divertimento, spirito “integrato” tra atleti con e senza disabilità e grande fair play hanno caratterizzato la tre giorni nel Veneto, articolata su undici diverse discipline sportive

Il nuoto azzurro alla conquista dell’Europa

L'azzurra Arjola Trimi ha già conquistato una medaglia d'oro (con relativo record mondiale) ai Campionati Europei di Nuoto Paralimpico, appena apertisi in Portogallo

«Sono sicuro che i nostri nuotatori faranno un ottimo Europeo», aveva dichiarato Riccardo Vernole, commissario tecnico della Nazionale Italiana di nuoto paralimpico, impegnata con diciassette atleti di ottima levatura alla manifestazione continentale di Funchal in Portogallo. E se il buongiorno si vede dal mattino… Infatti, a gare appena iniziate, sono già cinque (due d’oro, una d’argento e due di bronzo) le medaglie conquistate dagli Azzurri!

Vedi Napoli e poi… ritorna!

Una delle sale del celebre Museo di Capodimonte a Napoli

È questo lo slogan con cui l’UNIVOC di Napoli (Unione Nazionale Italiana Volontari Pro Ciechi) ha lanciato un’iniziativa turistica all’insegna dell’inclusione, vale a dire uno sportello informativo e organizzativo rivolto agli utenti, ai familiari e agli amici delle proprie Sezioni e di quelle dell’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), per proporre soggiorni ed escursioni a Napoli e dintorni, garantendo un’organizzazione completa e attenta alle esigenze delle persone con disabilità visiva

“Adria Special Games”: una grande festa di sport

“Adria Special Games”: una grande festa di sport

Tanti atleti con disabilità intellettiva e relazionale arriveranno da ogni parte d’Italia a Bibione (Venezia), per la prima edizione degli “Adria Special Games”, in programma dal 23 aprile prossimo, e si misureranno in undici diverse discipline, per dare vita a una grande festa di sport, organizzata dal CoorDown (Coordinamento Nazionale Associazioni delle Persone con Sindrome di Down), insieme a SporT21, Associazione, questa, voluta lo scorso anno dallo stesso CoorDown

Il cambiamento avviene scendendo in campo

L’immagine di Marco Arturo Dessì e Fabio Fà, durante la finale di Calcio a 7 Unificato ai Giochi Mondiali Estivi Special Olympics di Los Angeles 2015, vinta dagli Azzurri per 4-3 contro il Principato di Monaco, è stata scelta per il manifesto italiano della sedicesima “Special Olympics European Football Week”

E facendolo tutti insieme, ovvero all’insegna del motto “Play Unified” (“gioco unificato”), che caratterizzerà dal 21 al 29 maggio la sedicesima Settimana Europea del Calcio di Special Olympics, il movimento internazionale dello sport praticato da persone con disabilità intellettiva. Più di 420 eventi, in 50 Paesi europei, coinvolgeranno oltre 50.000 Atleti, con un ricco programma anche in Italia, che sarà presentato il 20 aprile a Roma, presso la FIGC (Federazione Italiana Giuoco Calcio)

Gianluca ha già vinto le gare più importanti

Gianluca Garzetti "divora" una delle medaglie vinte a Bormio, ai recenti Giochi Nazionali Invernali Special Olympics

Al di là delle vittorie nei Giochi Estivi e Invernali di Special Olympics, il movimento internazionale dello sport praticato dalle persone con disabilità intellettiva, al di là della convocazione ai Giochi Mondiali del 2017 in Austria, forse le vittorie più grandi per il ventisettenne bresciano Gianluca Garzetti, persona con disabilità intellettiva a causa di un disturbo dello spettro autistico, sono state la gioia per la convocazione dei compagni di squadra o il fatto di essere diventato un esempio di vita per il fratello maggiore

Giro d’Italia di Handbike: atleti sempre più protagonisti

Non a caso il nuovo motto della manifestazione – la cui settima edizione prenderà il via il 3 aprile a Crema (Cremona), per concludersi il 18 settembre a Baia Domizia (Caserta), dopo sette tappe totali – sarà “Voi al centro!”, a caratterizzare appunto il fatto che i protagonisti dell’evento saranno sempre più gli atleti con diverse disabilità. In parallelo, poi, si svolgerà anche il secondo Paracycling Italian Tour (PIT), comprendente tutte le altre specialità del paraciclismo (tandem, tricicli e bici)

Ri-mettiamoci in moto: si può fare!

Si chiama infatti proprio “Ri-mettiamoci in moto” e ha adottato il semplice, ma significativo slogan “Si può fare”, il progetto ideato dal padovano Maximilian Sontacchi, voluto per rimettere le persone con disabilità motoria in sella a una moto appositamente adattata, in totale sicurezza, attraverso un programma, presentato una decina di giorni fa in Romagna, incentrato su una serie di corsi di guida in pista, con una parte teorica e una pratica

Turismo accessibile significa una società migliore per tutti

«Il turismo accessibile – sottolineano dall’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) – non riguarda solo le persone con disabilità, ma aiuta una fetta preminente della società a muoversi, praticamente quasi la totalità, poiché chiunque potrebbe avere un parente o un amico con esigenze particolari. Significa perciò creare una società migliore per tutti». Ed è questo il principio-chiave del progetto europeo “Europe without Barriers”, coordinato proprio dall’AISM, che si conclude in questi giorni, con un convegno internazionale a Lucignano (Arezzo)

Un premio allo sport italiano, un premio a Special Olympics

Anche Special Olympics Italia avrà un posto d’onore nella serata di oggi, 14 marzo, a Roma, durante la cerimonia conclusiva del quarto “Italian Sportrait Awards”, importante riconoscimento a tanti campioni dello sport nazionale. Verrà infatti premiata la delegazione italiana del movimento sportivo praticato da persone con e senza disabilità intellettiva, che tanto bene ha figurato lo scorso anno ai Giochi Mondiali Estivi di Los Angeles

Quegli Atleti che emozionano sempre più

«Le opere di grandi fotografi, per documentare i gesti, gli sguardi, le espressioni, i sentimenti, le sconfitte e i trionfi di grandi atleti che non si sono arresi e offrire al pubblico la migliore immagine del movimento paralimpico mondiale»: così Luca Pancalli, presidente nazionale del CIP (Comitato Italiano Paralimpico), racconta la mostra fotografica “EMOTIONS! Semplicemente atleti”, grande evento dedicato allo sport paralimpico e ai protagonisti di esso, che sta per aprirsi a Torino, con un testimonial d’eccezione come Alessandro Del Piero

Un mondo per tutti? Dipende da te!

Era questo lo slogan con cui lo scorso anno era stato lanciato dall’Associazione Diritti Diretti il primo premio nazionale “Turismi accessibili: giornalisti, comunicatori e pubblicitari superano le barriere” e ad aggiudicarselo – sia per il pubblico che per gli esperti – è stato Nicola Tupputi, praticante alla Scuola di Giornalismo Radiotelevisivo di Perugia, con un video dedicato all’Altro Spazio di Bologna, locale inaugurato pochi mesi fa, all’insegna dell’inclusione e della reinterpretazione del concetto stesso di inabilità

Divertimento, amicizia e crescita, 40 metri sott’acqua

La tre giorni di Montegrotto Terme (Padova), che tra formazione, didattica e conferenze, ha vissuto il suo momento più emozionante con l’immersione di gruppo nella piscina più profonda del mondo, ha costituito certamente un nuovo fondamentale passaggio per HSA Italia, l’Associazione Nazionale Attività Subacquee e Natatorie per Disabili, nel suo prezioso impegno a favore della subacquea per tutti

Settanta persone con disabilità visiva sulle nevi di Falcade

33 discesisti e 37 fondisti con disabilità visiva, insieme a una cinquantina di guide specializzate e a una decina di accompagnatori: sono i numeri della Settimana Bianca per Sciatori Non Vedenti dell’ADV (Associazione Disabili Visivi), la più importante manifestazione sciatoria per persone con disabilità visiva a livello europeo, che ha trovato grande bellezza, efficienza e calore umano anche nella nuova sede di Falcade, in provincia di Belluno

Date il meglio di voi stessi!

Così Giorgio Rocca, testimonial dell’evento insieme a un altro “monumento” dello sci italiano, quale Deborah Compagnoni, ha concluso il suo messaggio ai 460 Atleti della neve, con e senza disabilità intellettiva, che insieme a tecnici, famiglie e volontari, hanno animato a Bormio, in Valtellina, la cerimonia di apertura della XXVII edizione dei Giochi Nazionali Invernali Special Olympics, il movimento internazionale dello sport praticato dalle persone con disabilità intellettiva

Atleti che sfidano la disabilità e i pregiudizi

200 tecnici, 400 familiari e circa 300 volontari vedranno sfilare il 26 gennaio a Bormio (Sondrio) oltre 460 Atleti, con e senza disabilità intellettiva, in occasione della cerimonia di apertura dei XXVII Giochi Nazionali Invernali Special Olympics, il movimento dello sport praticato da persone con disabilità intellettiva. E per l’occasione saranno presenti anche due testimonial d’eccezione, quali Giorgio Rocca e Deborah Compagnoni, veri “monumenti” dello sci italiano