Dove la tecnologia incontra la disabilità

Sarà tutta dedicata al rapporto tra tecnologia, integrazione e inclusione delle persone con disabilità, oltre che alla presentazione delle più recenti applicazioni tecnologiche, la manifestazione denominata “Abilitando. Dove la tecnologia incontra la disabilità”, intensa due giorni di incontri, convegni, laboratori e anche di spettacolo e intrattenimento, in programma per il 25 e 26 settembre presso il bel complesso tardorinascimentale di Santa Croce a Bosco Marengo, in provincia di Alessandria

Manifesto della manifestazione "Abilitando", Bosco Marengo (Alessandria), 25-26 settembre 2015Sarà dedicata al rapporto tra tecnologia, integrazione e inclusione delle persone con disabilità, oltre che alla presentazione delle più recenti applicazioni tecnologiche, la manifestazione denominata Abilitando. Dove la tecnologia incontra la disabilità, intensa due giorni di appuntamenti in programma per venerdì 25 e sabato 26 settembre a Bosco Marengo, in provincia di Alessandria (Complesso monumentale Santa Croce), a cura del CISSACA (Consorzio Intercomunale Servizi Socio Assistenziali Comuni dell’Alessandrino), in collaborazione con il Rotary Club Gavi Libarna, su ideazione di Paolo Robutti, esperto in tecnologie per disabilità.

«Abilitando – spiegano i promotori dell’iniziativa – intende supportare l’idea, già condivisa, che la tecnologia oggi, per essere “smart”, dev’essere inclusiva, ovvero davvero accessibile a tutti. Nella due giorni di Bosco Marengo si parlerà innanzitutto di disabilità e inserimento nel mondo del lavoro e della scuola, con partner tecnologici di prestigio, alternando momenti convegnistici, laboratori, workshop ed eventi artistici e culturali. È prevista inoltre un’area espositiva che accoglierà aziende produttrici di ausili, tecnologia rivolta all’autonomia personale, alla didattica e alla domotica, con l’intento di far provare direttamente alle persone con disabilità gli ausili proposti. E ancora, verrà allestita la speciale mostra sensoriale intitolata Vietato non toccare, curata dell’Università di Siena e realizzata in collaborazione con il Lions Club Bosco Marengo Santa Croce, per far provare a tutti l’esperienza tattile e olfattiva del mondo delle persone con disabilità visiva».

Ma Abilitando non sarà solo teoria e narrazione di esperienze vissute: un ampio spazio, infatti, vi sarà anche per lo spettacolo, l’intrattenimento e il volontariato, con la seconda edizione di Divi per un giorno, iniziativa realizzata in collaborazione con il Centro Servizi Volontariato di Asti e Alessandria, frutto della programmazione annuale dei Servizi ETH (Assistenza Educativa Scolastica per Allievi con Disabilità) e dei Centri Diurni del CISSACA.

L’evento, va segnalato in conclusione, è ad ingresso gratuito e si avvale del patrocinio della Regione Piemonte, della Provincia di Alessandria, dei Comuni di Alessandria e Bosco Marengo, dell’INPS, della Fondazione ASPHI di Bologna (Avviamento e Sviluppo di Progetti per ridurre l’Handicap mediante l’Informatica), della FAND (Federazione tra le Associazioni Nazionali di Persone con Disabilità), dell’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), dell’ENS (Ente Nazionale dei Sordi) e dell’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla). (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: segreteria@abilitando.it; cissaca.comunicazione@gmail.com (Cristina Storaro).

Stampa questo articolo