Oggi bambini… Domani adulti

Si chiama così il progetto avviato dall’AIPD di Perugia (Associazione Italiana Persone Down) e rivolto a bambini con sindrome di Down, di età scolare, con l’obiettivo di promuoverne la crescita, verso l’autonomia personale, al fine di fornir loro gli strumenti per un migliore inserimento sociale. Le attività svolte, i risultati conseguiti e la programmazione per la successiva fase di continuità verranno presentati il 20 dicembre a Città di Castello (Perugia), nel corso di un incontro aperto a tutti

Bimbo con sindrome di Down«Questo è un progetto rivolto a bambini con sindrome di Down, di età scolare, indirizzati verso i servizi riabilitativi del territorio e alle loro famiglie. L’obiettivo è promuovere la crescita di queste persone, verso l’autonomia personale, al fine di fornir loro gli strumenti per un migliore inserimento sociale. È infatti attraverso l’abilitazione di autonomie di base, quali la cura della propria persona, l’alimentarsi e il rispetto delle regole, che si può fornire a ciascuno la capacita di raggiungere il maggior grado di indipendenza possibile. Nello specifico, la peculiarità dell’iniziativa è legata alla giovanissima età dei partecipanti e all’ambiente in cui si sviluppa, ecologico e quotidiano, lontano dalla stanza di terapia, in cui la promozione dell’autonomia assume spesso un ruolo marginale, a fronte di interventi tecnico-riabilitativi».
Così l’AIPD di Perugia (Associazione Italiana Persone Down) racconta il proprio progetto denominato Oggi bambini… Domani adulti. Percorso di educazione all’autonomia e supporto alle famiglie nella gestione della quotidianità, avviato già da qualche tempo a cura di un’équipe multidisciplinare, composta da una psicologa, da una logopedista, da educatrici e da volontari dell’Associazione.

Le attività svolte, i risultati conseguiti e la programmazione per la successiva fase di continuità verranno presentati martedì 20 dicembre, presso la “Casa Verde” (Via Martiri della Libertà, 20, ore 17.30) di Città di Castello (Perugia), nel corso di un incontro aperto a tutti. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: aipdpg@inwind.it.

Stampa questo articolo