Società

La violenza sulle donne con disabilità, fenomeno ancora troppo in ombra

La violenza sulle donne con disabilità, fenomeno ancora troppo in ombra

I dati parlano chiaro: la violenza sulle donne con disabilità è diffusa, ma si tratta di un fenomeno ancora in ombra, dove le vittime spesso subiscono in silenzio, anche a causa della difficoltà a trovare i supporti e i sostegni necessari per chiedere aiuto e denunciare. Di questo e altro, con taglio giuridico e una prospettiva che considera l’intersezione tra il fattore “disabilità” e il fattore “genere”, si occupa l’ottimo testo di Sara Carnovali “Il corpo delle donne con disabilità”, che sarà domani, 19 marzo, al centro di un incontro a Milano, organizzato dalla Federazione LEDHA

Incontro tra “Padri Campioni”: l’X Fragile e la Nazionale di Calcio

A sinistra famiglie con l'X Fragile, a destra il commissario tecnico della Nazionale di Calcio Roberto Mancini

Domani, 19 marzo, a Coverciano (Firenze), nella “casa” della Nazionale di Calcio, tanti giovani “Campioni di Vita” con la sindrome X Fragile – la seconda causa di disabilità intellettiva su base genetica dopo la sindrome di Down – incontreranno i campioni della Nazionale di Calcio, e lo faranno insieme ai loro padri, i quali potranno così vivere nel migliore dei modi il giorno della Festa del Papà, un giusto “regalo” per chi giorno dopo giorno sostiene con forza le proprie compagne di vita, nella non facile crescita dei propri figli

6.000 chilometri a piedi, per parlare di sclerosi multipla e diritti

Marco Togni, "Osky", nei pressi del cantiere di Ponte Morandi a Genova, alla partenza del suo viaggio a piedi per l'Italia, al fianco dell'AISM e delle persone con sclerosi multipla

«Mi impegnerò a far capire a tutti che la sclerosi multipla non è solo una malattia, ma una condizione di vita, che rappresenta una vera e propria emergenza per le persone e per la società. Porterò con me anche la Carta dei Diritti delle Persone con Sclerosi Multipla, là dove ancora non è stata firmata, la dove ancora non si conosce»: lo ha detto Marco Togni, “Osky” per gli amici, alla partenza da Genova per il suo viaggio a piedi in giro per l’Italia, a fianco dell’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), che lo riporterà nel capoluogo ligure dopo avere percorso circa 6.000 chilometri

Un camper, uno spot e molto altro, per diffondere civiltà

Una giovane con sindrome di Down impegnata alla macchina da caffè di un bar

I 40 anni dell’AIPD (Associazione Italiana Persone Down) coincidono con una storia fatta di progressive “uscite allo scoperto” da parte delle persone con sindrome di Down. Domani, 16 marzo, a Roma, ci sarà l’evento che segnerà l’avvio delle celebrazioni per il quarantennale, con la presentazione di un video spot e di una campagna di sensibilizzazione, preludio della Giornata Mondiale del 21 marzo, che prevede un flash mob e la partenza del camper AIPD per il “DownTour” in giro per l’Italia. Senza dimenticare il libro “Informarsi, capire, votare: l’importante è partecipare” e il film “Dafne”

Non si tratta di politica, ma di rispetto delle Persone!

Non si tratta di politica, ma di rispetto delle Persone!

«Sono amareggiata e indignata. Qui non si tratta di politica, ma di rispetto. Rispetto verso quelle 40.000 persone con sindrome di Down che ogni giorno lottano per conquistarsi un posto in questa società, e lo fanno con coraggio, dignità, perseveranza e amore. Quel posto che dovrebbe essere garantito proprio dalle Istituzioni»: così Antonella Falugiani, presidente del CoorDown, esprime il proprio sdegno per l’uso ritenuto «discriminatorio» di un’immagine raffigurante tre bimbi con sindrome di Down, pubblicata in Twitter da Augusto Casali, social manager strategist di un partito di governo

Cresce l’interesse delle Università per i disability manager

Un curioso disegno realizzato in Germania, dedicato alla figura del disability manager

«Le Università sono partner quanto mai qualificati a promuovere la cultura dell’inclusione e quindi il crescente interesse verso la nostra realtà professionale mi rende orgoglioso»: così Rodolfo Dalla Mora, presidente della SIDIMA (Società Italiana Disability Manager), commenta il protocollo di intesa sottoscritto tra la propria organizzazione e l’Università dell’Aquila – che segue quelli già siglati con altri Atenei del nostro Paese – il cui obiettivo è quello di sviluppare forme di collaborazione in attività di formazione, informazione e approfondimento nell’àmbito del Disability Management

Di sogno in sogno, è arrivato “Detective per caso”

I componenti dell'Arte nel cuore, alla presentazione di "Detective per caso", durante la Festa del Cinema di Roma dell'ottobre 2018

Un altro sogno realizzato dall’Accademia L’Arte nel cuore di Daniela Alleruzzo è il film “Detective per caso”, in cui un gruppo di attori con disabilità lavora insieme ad attori senza disabilità, alcuni dei quali anche molto noti, e lo fa in una pellicola che non parla affatto di disabilità, ma è una commedia gialla. Ora quel film – presentato con successo alla “Festa del Cinema di Roma” e all’“Italian Film Festival” di Los Angeles – sta per uscire in sala, ciò che accadrà il 18 e 19 marzo, presso le sale dei circuiti The Space e UciCinemas

Vota Antonio, Vota Antonio!

La famosa scena del film "Gli onorevoli", in cui Totò declama al megafono lo slogan "Vota Antonio, Vota Antonio" (con un'aggiunta grafica di Gianni Minasso)

«Non vi preoccupate per la “ferocia programmatica” di questo partito: da qui in poi leggerete solo balle. Ma per far sorridere, naturalmente!»: welfare, pensioni, previdenza, sanità, lavoro, istruzione, immigrazione e normalità: non manca nulla nel programma elettorale del PHI, questo fantasioso soggetto politico creato da Gianni Minasso per la nuova puntata della sua rubrica “A 32 denti (Sorridere è lecito, approvare è cortesia)”, fatta di incursioni nel grottesco e talora nella comicità più o meno involontaria che, come ogni altra faccenda umana, riguarda anche il mondo della disabilità

Ragazze e donne con disabilità: non più invisibili e ignorate!

La finlandese Pirkko Mahlamäki fa parte del Comitato Esecutivo dell'EDF, il Forum Europeo sulla Disabilità, e del Comitato Donne dello stesso

«Le ragazze e le donne con disabilità subiscono una doppia discriminazione che si traduce in una maggiore probabilità di essere vittime di abusi e violenze sessuali, minore accesso ai servizi per la salute e a quelli riproduttivi e in un più alto tasso di disoccupazione»: la dichiarazione arriva oggi, 8 Marzo, Giornata Internazionale della Donna, dal Forum Europeo sulla Disabilità, che per l’occasione ha diffuso anche un documento di sintesi, prodotto dal proprio Comitato Donne, sul tema dei “Diritti delle donne e delle ragazze con disabilità nella sfera della salute sessuale e riproduttiva”

L’8 Marzo delle donne con disabilità

«In occasione dell’8 Marzo, Giornata Internazionale della Donna, sentiamo forte il dovere di richiamare l’attenzione sulla discriminazione multipla delle donne con disabilità, situazione troppo spesso ignorata o ricondotta ad una sola delle due condizioni. E vogliamo farlo con un elenco di dati che restituiscono tutta l’evidenza del fenomeno»: lo dicono dalla Federazione FISH, riportando appunto una serie di dati che fotografano un quadro inquietante, sia in àmbito di violenze fisiche, sessuali e psicologiche, sia per quanto concerne la salute, la prevenzione e anche il mondo del lavoro

“Bentornata Gardensia”, per la Giornata della Donna

Domani, 8 marzo, in occasione della Giornata Internazionale della Donna, ma anche sabato 9 e domenica 10, più di cinquemila piazze italiane si “coloreranno di rosa”, con tante piante di gardenia e di ortensia, due fiori che sottolineano lo stretto legame tra le donne e la sclerosi multipla, malattia che colpisce la popolazione femminile in misura doppia rispetto agli uomini. Si tratta di “Bentornata Gardensia”, campagna lanciata lo scorso anno dall’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), per sostenere sia le attività di ricerca che quelle di assistenza

Gabriella, la donna che voleva volare

Alla vigilia dell’8 Marzo, Giornata Internazionale della Donna, ci sempre ancor più appropriato tornare a parlare di Gabriella Bertini, donna coraggiosa che tanto lottò per la dignità e i diritti delle persone con disabilità, battendosi per la nascita dell’Unità Spinale di Firenze, oltre ad essere la prima donna con disabilità in Italia alla guida di un’autovettura e anche la prima ad adottare un figlio. Ed è bello farlo ricordando che domani, a Venezia, saranno la sua storia e le sue stesse parole le protagoniste della rappresentazione teatrale “Io, Gabriella. La donna che voleva volare”

Sicurezza e persone con disabilità: non solo una questione di norme

«È la prima volta che in Toscana il tema della disabilità negli scenari di emergenza viene affrontato nella sua interezza e complessità»: così Pier Angelo Tozzi, presidente della Consulta Provinciale delle Disabilità di Massa Carrara, presenta il seminario dedicato a tale tema, in programma per domani, 7 marzo, a Bagnone (Massa Carrara), un appuntamento che dimostrerà «come grazie a una maggiore condivisione delle problematiche inerenti la disabilità sia possibile aumentare le conoscenze, la vicinanza e il supporto che la Comunità deve fornire alle Persone con Disabilità»

Né angeli, né demoni, ma solo persone con disabilità

«In questo libro ogni aspetto è trattato alla luce dell’autodeterminazione, auspicabile quanto possibile. L’autodeterminazione, infatti, è la chiave di lettura con cui approssimarsi ad esso: né angeli né demoni, ma solo persone con disabilità!»: lo si è scritto di “Divers-abilità: invenzioni per rendersi felici. Empatia, autodeterminazione e resilienza”, sorta di “summa” di psicologia della disabilità, recentemente pubblicata dallo psicologo e psicoterapeuta Lelio Bizzarri, ove l’autore tocca vari punti salienti che caratterizzano questo àmbito di studi

Protagonisti i quarantenni con sindrome di Down

Cinque di loro, infatti, che condividono il compleanno con l’AIPD (Associazione Italiana Persone Down), arriveranno il 16 marzo a Roma, per partecipare al grande evento che aprirà ufficialmente i festeggiamenti per il 40° anniversario della stessa AIPD. E tra tanti volti, testimonianze, ricordi e progetti, la giornata si chiuderà in bellezza, con la proiezione in anteprima per l’Italia del film “Dafne”, premiato al recente Festival Internazionale del Cinema di Berlino e la cui protagonista femminile è Carolina Raspanti, donna con sindrome di Down

Disability e Diversity Management: un settore in continua espansione

«Fornire le competenze specialistiche nel campo del Management della disabilità e della diversità, offrendo in particolare conoscenze e strumenti per esercitare funzioni di indirizzo, gestione e coordinamento di specifiche politiche aziendali, utili a promuovere e a diffondere una cultura organizzativa orientata all’inclusione»: è l’obiettivo del “Master in gestione della disabilità e della diversità”, iniziativa formativa promossa dall’Università di Roma Tor Vergata, in collaborazione con la SIDIMA (Società Italiana Disability Manager), che verrà presentata domani, 5 marzo

Disabilità e non autosufficienza: il contributo del Terzo Settore

«Il Terzo Settore, nelle sue diverse forme di volontariato, promozione sociale, impresa sociale e cooperazione, offre un grande contributo sui temi della disabilita e della non autosufficienza, ma è con la recente riforma del Terzo Settore stesso che si aprono nuove e importanti opportunità per le tante organizzazioni che si occupano di salute, malattie rare, disabilità e non autosufficienza»: lo ha dichiarato Claudia Fiaschi, portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore, nel suo intervento all’evento nazionale promosso a Roma, in occasione della Giornata Mondiale delle Malattie Rare

La Convenzione ONU in Comunicazione Aumentativa Alternativa

«In occasione del decennale dalla Legge Italiana di ratifica della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità – scrivono Simona Piera Franzino e Domenico Massano -, Legge che pare ancora molto lontana dalla sua concreta attuazione, rendiamo pubblica una nostra versione della Convenzione stessa tradotta in CAA (Comunicazione Aumentativa Alternativa), per riportare l’attenzione sia sull’importanza di garantire a ogni persona la piena informazione sui propri diritti, sia sulla necessità di favorire e permettere scambi e opportunità comunicative aperti a tutti»

Tanti racconti, foto e cortometraggi hanno partecipato a “Scacco al bullo”

Sono stati resi noti i vincitori, nelle rispettive categorie, di “Scacco al bullo”, il concorso promosso dalla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), rivolgendosi agli studenti delle scuole superiori, per la realizzazione di racconti, fotografie o cortometraggi incentrati sulla consapevolezza e sul contrasto al bullismo in tutte le sue forme, a prescindere dagli àmbiti in cui si manifesti (scuola, società, social, web) e quali ne siano le vittime. Più di duecento sono state in totale le opere pervenute e le premiazioni si sono avute oggi, 1° marzo, a Roma