Società

ANFFAS: l’impegno per i diritti e il protagonismo delle persone con disabilità

Sul palco dell'Assemblea dell'ANFFAS uno dei giovani autorappresentanti con disabilità del Movimento "Io Cittadino"

Ricordi, commozione, approfondimenti e anche adempimenti istituzionali: sono state tre giornate intense, quelle che hanno coinciso con l’Assemblea Annuale dell’ANFFAS (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale) e con la grande festa celebrativa per il sessantennale dell’Associazione. Ancora una volta, però, uno solo è stato il comune denominatore, quello cioè di impegnarsi nella difesa dei diritti delle persone con disabilità, all’insegna del pieno protagonismo e della piena partecipazione di queste ultime alla vita associativa

L’impegno costante della FISH Friuli Venezia Giulia

Foto di gruppo al termine del Congresso della FISH Friuli Venezia Giulia

Un Consiglio rinnovato, il saluto del sottosegretario alla Famiglia e alle Disabilità Zoccano e del presidente nazionale della FISH Falabella, e l’auspicio da parte del riconfermato presidente Giampiero Licinio, che «tutte le politiche per la disabilità siano oggetto di un’attenta programmazione da parte delle Amministrazioni e delle Istituzioni preposte»: questi i momenti salienti del Congresso Ordinario della FISH Friuli Venezia Giulia, tenutosi il 16 giugno a Udine

È necessaria un’alleanza tra donne (e tra Comitati ONU)

Immagine scelta per la copertina della traduzione italiana del “Secondo Manifesto sui diritti delle Donne e delle Ragazze con Disabilità nell’Unione Europea”. La donna con disabilità motoria ritratta al centro è Santina Pertesana, campionessa di tiro con l’arco. La foto è stata scattata a Bergamo da Annalisa Benedetti, il 9 luglio 2010, in occasione di una manifestazione contro i tagli al Fondo Nazionale per le Non Autosufficienze

«Adottare misure mirate per promuovere l’accesso delle donne con disabilità all’istruzione inclusiva, al mercato del lavoro aperto, alla salute, compresi i diritti e la salute riproduttiva e sessuale, alla vita pubblica e sociale e ai processi decisionali»: non è la Convenzione ONU sulla Disabilità a chiederlo, ma il Comitato che vigila sull’applicazione della Convenzione ONU contro la discriminazione delle donne. Ed è l’importante segnale di un intreccio sempre più profondo di diritti, che richiede una grande alleanza tra donne, tutte le donne, e tra gli stessi Comitati delle Nazioni Unite

I nomi e i temi della Federazione Paratetraplegici

La delegazione della FAIP al Palazzo del Quirinale, con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in occasione della Giornata Nazionale della Persona con Lesione al Midollo Spinale del 2017

Il Consiglio Nazionale della FAIP (Federazione Associazioni Italiane Paratetraplegici) ha rinnovato in questi giorni i propri organi istituzionali, confermando alla Presidenza Vincenzo Falabella, che sarà affiancato da Maria Cristina Dieci e da Raffaele Goretti (tesoriere Giuseppe Brignoli, segretario Daniele Stavolo). Un’ulteriore importante decisione è stata quella riguardante la costituzione di tre gruppi tematici, dedicati rispettivamente alla Vita Indipendente, all’accessibilità e al lavoro

Dizionarietto disabile dei modi di dire

"Abbaiare alla luna" (immagine realizzata da Gianni Minasso)

Scontati, superficiali, ipersfruttati, impiegati a sproposito: sono i modi di dire che rischiano di fare inorridire fior di lingusti. E se si provasse a rivitalizzarli “alla maniera della disabilità”? È la proposta di Gianni Minasso, per la nuova puntata della rubrica da lui curata per il nostro giornale, intitolata “A 32 denti (Sorridere è lecito, approvare è cortesia)”, fatta di incursioni nel grottesco e talora nella comicità più o meno involontaria che, come ogni altra faccenda umana, riguarda anche il mondo della disabilità

Non lasciare indietro nessuno, applicando la Convenzione ONU

Una delle precedenti Conferenze degli Stati firmatari della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità, tenutasi sempre al Palazzo delle Nazioni Unite di New York

Sarà questo il tema generale dell’undicesima sessione della Conferenza tra gli Stati firmatari della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità, in programma da domani, 12 giugno, a giovedì 14, al Palazzo delle Nazioni Unite di New York. Tre le tavole rotonde in programma, sulle “Opportunità fiscali che possono favorire i partenariati tra pubblico e privato e la cooperazione internazionale, ai fini di una piena applicazione della Convenzione”, su “Donne, ragazze e bambine con disabilità” e sulla “Partecipazione politica e l’uguale riconoscimento di fronte alla legge”

Una donna con disabilità nel Comitato ONU contro la discriminazione delle donne

Ana Peláez Narváez, la prima donna con disabilità che è entrata a far parte del Comitato ONU per la Convenzione sull'eliminazione di ogni forma di discriminazione della donna

«Dovremo fare di più, in questo organismo, per riflettere le varie dimensioni della diversità umana e, in particolare, includere persone provenienti da gruppi di popolazione invisibili e ignorati, come lo sono le donne con disabilità»: lo ha dichiarato Ana Peláez Narváez, vicepresidente del Forum Europeo sulla Disabilità, subito dopo essere divenuta la prima donna con disabilità – passaggio di grande importanza – a far parte del Comitato ONU CEDAW, organismo che verifica l’attuazione della Convenzione delle Nazioni Unite sull’eliminazione di ogni forma di discriminazione della donna

Clara, prima di tutto giovane artista

Clara Woods all'opera

Un ictus perinatale le ha impedito di parlare, ma non di esprimersi attraverso la pittura, che le ha anche consentito di ottenere grandi progressi comunicativi. E nonostante i suoi 12 anni, Clara Woods sta ora per inaugurare a Roma la sua seconda mostra personale di pittura, intitolata “Parole dipinte”, e sogna di arrivare ad esporre anche a New York. A seguirla e a sostenerla c’è una grande comunità che, così come la sua famiglia, la ritiene prima di tutto un’artista, che si ispira a Frida Kahlo, e non una ragazzina con disabilità che dipinge

L’AISM e l’Istituto Superiore di Sanità: insieme sulla sclerosi multipla

Angela Martino e Mario Alberto Battaglia, presidenti rispettivamente dell'AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) e della FISM (Fondazione Italiana Sclerosi Multipla)

Risale agli Anni ’80 la collaborazione tra l’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) – che sta festeggiando i propri cinquant’anni – e l’Istituto Superiore di Sanità. Una collaborazione che risulterà ancora una volta evidente oggi, 11 giugno, durante l’evento che prevede – presso i giardini dello stesso Istituto Superiore di Sanità – 11 stand tematici aperti alla cittadinanza, per sensibilizzare sulla sclerosi multipla, dedicati ai corretti stili di vita, alle terapie, alla riabilitazione, ai diritti, al turismo accessibile, ma anche alla nutrizione, all’attività fisica e altro ancora

Un racconto corale sulla disabilità

Ma quanto ancora c’è da fare per superare lo stigma che ha colpito le persone con disabilità in secoli di storia e che tuttora continua a colpirle? Proveremo a capirlo nella serata di oggi, 7 giugno, a Treviso, durante la presentazione, da parte della Fondazione Oltre il Labirinto, del video “Parole In-Superabili”, basato sulle risposte date da persone con e senza disabilità a un quesito fondamentale come «Che cos’è la disabilità?». «Un vero e proprio racconto corale – è stato detto – di storie personali e collettive, in cui si racconta la disabilità nel tempo, nell’arte, nel sentire comune»

La Riforma del Terzo Settore dev’essere una priorità

«Ci sono molti aspetti della Riforma del Terzo Settore che richiedono con urgenza di essere attivati. Si tratta di questioni di vitale importanza per un mondo che costituisce un patrimonio sociale ed economico unico nel nostro Paese e che sta vivendo una fase storica di cambiamento in cui però ancora non si allontanano i timori legati all’incertezza del quadro legislativo. Ci auguriamo, quindi, che il nuovo Governo consideri prioritario questo tema»: a dichiararlo è Claudia Fiaschi, portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore, rivolgendosi al nuovo Esecutivo

Il Premio Nazionale Inclusione 3.0

Ci saranno tra gli altri anche la RIDS (Rete Italiana Disabilità e Sviluppo) – l’alleanza di cui fa parte la FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), impegnata nella cooperazione allo sviluppo delle persone con disabilità in àmbito internazionale – EducAid, l’ANFFAS di Macerata e l’Associazione Italiana Sindrome X Fragile, fra coloro che riceveranno domani, 6 giugno, il Premio Inclusione 3.0, iniziativa dell’Università di Macerata, rivolta alle realtà nazionali e internazionali che operano per attivare percorsi e progetti volti all’inclusione delle persone con disabilità

La vita quotidiana delle persone con disabilità nel Lazio

Sarà un momento di confronto partecipato e aperto, il Congresso della FISH Lazio (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), in programma per il 9 giugno a Roma, durante il quale si affronteranno varie tematiche riguardanti i diritti umani e le libertà fondamentali o, ancor più semplicemente, la vita quotidiana delle persone con disabilità nel Lazio, e tutte le difficoltà ad essa connesse. E lo si farà discutendone direttamente con i rappresentanti istituzionali incaricati di creare le soluzioni a tali problematiche

Non chiediamo politiche risarcitorie, ma vera inclusione

«Il progressivo impoverimento delle persone con disabilità – si legge nella mozione conclusiva approvata all’Assemblea dell’ANIEP (Associazione Nazionale per la Promozione e la Difesa dei Diritti delle Persone Disabili) – rende urgente un autentico salto di paradigma in merito al nostro welfare, per “rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale” che limitano i loro diritti di libertà e di eguaglianza, e non rispettano l’articolo 3 della nostra Costituzione. Non chiediamo politiche risarcitorie, ma inclusive, e ribadiamo la necessità di un salto culturale decisivo»

Falabella confermato alla Presidenza della FISH

Vincenzo Falabella confermato alla Presidenza, Roberto Speziale vicepresidente vicario, Silvia Cutrera, Antonio Cotura e Paolo Virgilio Grillo vicepresidenti, Mario Alberto Battaglia tesoriere e Daniele Stavolo segretario: la nuova Giunta Nazionale della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), emersa dal Congresso Nazionale del 26 e 27 maggio, ha provveduto in tal modo a fissare le proprie cariche principali

Sport, arte, musica, spettacolo: tutti insieme, persone con e senza disabilità

La ricetta è sempre la stessa ormai da otto anni: persone con e senza disabilità che fanno tutto insieme, dallo sport all’arte, dalla musica allo spettacolo, liberamente e gratuitamente: è nata così “Happy Hand (Giochi senza barriere)”, la manifestazione voluta dall’Associazione WTKG (Willy the King Group), che ha anche dato il nome al grande ciclo di eventi “Happy Hand in Tour”, e che da domani, 1° giugno, a domenica 3, tornerà con un programma a dir poco ricco al Parco della Resistenza di San Lazzaro di Savena (Bologna)

Una FISH sempre più partecipata e connessa con la società civile

«Gli àmbiti e le prospettive di azione delineati nella nostra Mozione Generale investono moltissimi aspetti della quotidianità dei milioni di persone con disabilità, ma anche strategie organizzative interne nella direzione di rendere la nostra Federazione un luogo sempre più partecipato e connesso con altre organizzazioni della società civile»: così la FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) sintetizza il senso del documento votato al termine del proprio Congresso Nazionale 2018, che ha coinciso anche con il rinnovo dei vari organi statutari

Quel fascino a rotelle che scavalca l’idea romanzata della disabilità

«Troppo spesso le persone con disabilità vedono ancora scambiare i propri partner per badanti oppure, se sono fidanzati o sposati, devono rispondere alla domanda: “Ah, anche lui/lei è disabile?”. La mia commedia scavalca invece l’idea romanzata della disabilità, mostrando che, come succede a tutti, l’affettività delle persone con disabilità ha tante sfaccettature»: lo dice Dario Scarpati, autore di “Fascino a rotelle”, commedia teatrale che andrà in scena domani, 26 maggio, e domenica 27 a Palermo, liberamente ispirata a Simona Petaccia, presidente dell’Associazione abruzzese Diritti Diretti

Tanto teatro e tanti eventi oltre le barriere

«Persone con e senza disabilità, uomini, donne, ragazzi, anziani, italiani, stranieri, liberi e reclusi, coinvolti in un Festival che propone spettacoli, mostre, performance, musica, film, lezioni aperte, incontri e testimonianze a tema, intrecciando lavori e competenze di realtà artistiche impegnate nei luoghi del disagio, con l’obiettivo di trasformare dei vissuti così forti in Arte, sensibilizzando la città»: è tutto questo l’“Edge Festival 2018”, rassegna di teatro d’arte sociale, giunta alla sua seconda edizione, in corso di svolgimento fino al 30 maggio, in varie sedi di Milano