Società

Anche la Cooperazione Italiana allo Sviluppo lavora per “colmare il gap”

Un corso incentrato sulla Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità, nello Stato africano del Burkina Faso, coordinato da Giampiero Griffo (al centro), membro del Consiglio Mondiale di DPI (Disabled Peoples' International)

Nella giornata di oggi, 13 dicembre, che coincide con il dodicesimo anniversario della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità, l’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo ricorda, tra le proprie altre iniziative, il sostegno al progetto della Commissione Europea “Bridging the Gap II” (“Colmare il gap”), che contribuisce all’attuazione della Convenzione stessa in cinque Paesi del Sud del mondo, attraverso la sensibilizzazione pubblica, lo sviluppo di competenze delle Istituzioni preposte e la crescita di consapevolezza delle organizzazioni di persone con disabilità

Un incontro con il Capo dello Stato, all’insegna della Costituzione

La consegna al presidente Mattarella del volume con l'annata 2018 del «Corriere dei ciechi»

Nel corso di un incontro con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, una delegazione dell’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) gli ha consegnato il volume che raccoglie l’annata 2018 del «Corriere dei ciechi», organo di stampa ufficiale dell’Associazione, i cui numeri hanno dedicato tutti una sezione alla Costituzione Italiana. L’incontro con il Capo dello Stato ha rappresentato anche una preziosa opportunità per dialogare su temi particolarmente cari all’UICI, riguardanti la tutela dei ciechi, degli ipovedenti e delle persone con disabilità in generale

Il mondo ha bisogno di tutti i tipi di intelligenza

Un'elaborazione fotografica, centrata sull'immagine di un bimbo con disturbo dello spettro autistico

…e che questi lavorino assieme»: a dirlo è stata Temple Grandin, scienziata e persona con autismo, ed è questa la filosofia di fondo della Fondazione Bambini e Autismo, organizzazione sanitaria accreditata le cui iniziative sono spesso presenti anche sulle pagine del nostro giornale, nata esattamente vent’anni fa a Pordenone. Con questa nostra intervista, andiamo a scoprirne la sede emiliana, a Fidenza, in provincia di Parma, realtà cresciuta in fretta e molto attiva sul proprio territorio, che sta tra l’altro offrendo la possibilità di praticare sport anche a persone con autismo severo

Hanno imparato che “la diversità non fa paura”!

I ragazzi delle scuole di Torino impegnati in una delle performance realizzate al PalaRuffini

50 scuole, 2.000 alunni e 300 insegnanti, per riflettere sul tema “Non arrendersi mai”, all’insegna del divertimento e dell’inclusione, con l’opportunità di imparare che “la diversità non fa paura”: ancora una volta, tra le manifestazioni tradizionalmente promosse in queste settimane a Torino dalla CPD (Consulta per le Persone in Difficoltà), in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, il “cuore” degli eventi è stata la manifestazione dedicata alle scuole, promossa insieme alla Fondazione CRT, al Centro Servizi Vol.To e alle Associazioni ADN e Volere Volare

Per una cultura della sicurezza inclusiva

Per una cultura della sicurezza inclusiva

«È sempre più sentita la necessità di far si che le tematiche inerenti la sicurezza – riguardo in particolare alle persone con disabilità o agli anziani – non siano solo patrimonio di chi se ne occupa per lavoro, come i soccorritori o i professionisti del settore, ma diventino una cultura accessibile e condivisa con la popolazione»: partirà da questo assunto il convegno intitolato “Per una cultura della sicurezza inclusiva. Emergenze e persone con disabilità intellettiva o con disturbi dello spettro autistico”, organizzato per l’11 dicembre a Terni dall’Associazione Aladino

Chiunque potrebbe diventare un “Pedone Rosso”

Una scena della rappresentazione teatrale "Il Pedone Rosso"

«Chiunque potrebbe trovarsi nella situazione di essere un “Pedone Rosso”, oppure essere “artefice” della presenza di un soggetto visibilmente “diverso” nello scenario della vita quotidiana, trovandosi ad interloquire con esso, con i familiari e gli amici o con entrambi»: sta in questo messaggio il senso dello spettacolo teatrale “Il Pedone Rosso”, che andrà in scena domani, 8 dicembre, a Roma, presentato dalle Associazioni AIPD Roma e AISW Lazio, storia che ruota attorno a una partita di scacchi viventi, per riflettere sull’esclusione sociale e le ragioni che la causano

Un “suggenitore” e una rassegna culturale inedita e necessaria

La prima edizione di "Vite Abilmente Diverse" è stata dedicata alla scrittrice Clara Sereni, scomparsa nel luglio scorso,madre di una persona con disabilità e donna politicamente e socialmente impegnata

Tra letteratura e cinema, qual è stato l’esito della rassegna culturale “Vite Abilmente Diverse”, ideata a Treviso da Agostino Squeglia? Ottimo, a giudicare dall’accoglienza registrata per i vari eventi proposti. «Rassegna culturale necessaria e inedita nel Paese – dichiara Squeglia, “suggenitore” per sua stessa definizione – questa prima edizione, dedicata alla compianta Clara Sereni, è stata una bella opportunità, un momento di preziosa conoscenza e riflessione, che ha ottenuto un grande plauso di pubblico e vari consensi»

Dislessia: liberi di apprendere

Dislessia: liberi di apprendere

“Dislessia: liberi di apprendere”: è chiaro sin dal titolo l’obiettivo del XVII Congresso Nazionale dell’AID (Associazione Italiana Dislessia), che si terrà a Milano il 14 e 15 dicembre. Si punterà cioè a rimarcare l’importanza, per le persone con DSA (disturbi specifici dell’apprendimento), di imparare attraverso strategie, modalità e mezzi più congeniali e funzionali a ciascuno, una “libertà di apprendere”, quindi, da interpretare non solo in termini di studio, ma anche di scelta personale, per ciò che riguarda l’indirizzo scolastico, il percorso universitario e la carriera professionale

Più consapevoli, per un futuro all’insegna dei diritti e di una vita migliore

Durante l'evento di Roma vi è stata anche la consegna del "Premio Famiglia ANFFAS dell'Anno" a Carlo e Niva Martelli, associati appassionati e fondatori dell’ANFFAS di Lanciano (Chieti), recentemente vittime di inauditi atti di violenza, a seguito di una rapina in casa

«Questo evento ha rappresentato un nuovo punto di partenza in àmbito di disabilità intellettive e disturbi del neurosviluppo, durante il quale si sono gettate nuove fondamenta e lanciate nuove sfide, per guardare al futuro con coraggio e speranza e per consentirci di lavorare con più consapevolezza e in sintonia per la tutela dei diritti e per la promozione della qualità della vita»: così Roberto Speziale, presidente dell’ANFFAS, commenta l’esito dell’evento internazionale intitolato “ANFFAS 60 anni di futuro. Le nuove frontiere delle disabilità intellettive e disturbi del neuro sviluppo”

Quando le Persone fanno la differenza

“Il volontariato costruisce comunità resilienti”: è questo il tema scelto dall’ONU per la Giornata Internazionale del Volontariato di domani, 5 dicembre, mentre nel nostro Paese l’evento centrale di Roma, organizzato dal Forum Nazionale del Terzo Settore, da CSVnet e da Caritas Italiana, si intitolerà “Quando le persone fanno la differenza. Il volontariato che tiene unite le comunità”, iniziativa voluta dal mondo del Terzo Settore per confrontarsi al proprio interno e con le Istituzioni, alla luce delle novità introdotte dalla recente riforma, che offre opportunità e sfide ancora da esplorare

Spezza il circolo tra disabilità e povertà!

“Spezza il circolo tra povertà e disabilità!” (“Break the Cycle between Poverty and Disability!”) e “Non lasciare nessuno indietro!” (“Leave o One Behind!”): sono questi i messaggi, degni della maggiore condivisione e diffusione possibile, contenuti in un video realizzato in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità del 3 dicembre scorso, dall’AICS (Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo), dall’organizzazione CBM, dal CISP (Comitato Internazionale per lo Sviluppo dei Popoli) e dalla RIDS (Rete Italiana Disabilità e Sviluppo)

Strategie e interventi per l’inclusione

«Le nuove proposte legislative, le sperimentazioni di Amministrazioni locali e gli interventi dell’INAIL a sostegno della vita di relazione costituiscono l’occasione per un approfondimento sulla relazione di cura, che vede sempre più le persone con disabilità protagoniste consapevoli dell’intervento riabilitativo o di mantenimento»: viene presentato così il convegno “Strategie e interventi per l’inclusione”, con cui il Contact Center Integrato SuperAbile INAIL celebrerà oggi, 3 dicembre, a Roma, la Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità

Passare dalla cultura dell’handicap a quella della disabilità

«Ci auguriamo un vero e proprio cambio di paradigma, che si passi cioè, finalmente, dalla cultura dell’handicap a quella della disabilità, ricordando come l’ambiente e il contesto circostante possano influire sull’autonomia e sul diritto all’inclusione nella società delle tante persone con disabilità»: lo si legge in una nota diffusa in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità da parte della Lega del Filo d’Oro, “storica” Associazione impegnata da oltre cinquant’anni a fianco delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali e delle loro famiglie

3 Dicembre e dintorni: non arrendersi mai!

“Non arrendersi mai” è un libro autobiografico di Roberto Russo ed è anche il messaggio scelto dalla CPD di Torino (Consulta per le Persone in Difficoltà), sia per il tema di un concorso rivolto alle scuole del Piemonte, sia per caratterizzare le manifestazioni che si terranno nei prossimi giorni a Torino, promosse dalla stessa CPD insieme ad altre organizzazioni. Il tutto, naturalmente, in vista della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità del 3 Dicembre, centrata quest’anno sul tema “Rafforzare l’empowerment delle persone con disabilità e garantire inclusione e uguaglianza”

Anche in Valle d’Aosta un Centro di Documentazione sulla disabilità

Fa particolarmente piacere dare proprio oggi, 29 novembre, a un anno esatto dalla scomparsa di Paola Cattelino, donna con disabilità impegnata per tanti anni a diffondere una nuova cultura sulla disabilità, che il 3 dicembre ad Aosta, in corrispondenza con la Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, verrà inaugurato il Centro di Documentazione Paola Cattelino, che consentirà anche alla Valle d’Aosta di disporre finalmente di un punto di riferimento documentale sul tema della disabilità, proseguendo sulla strada tracciata dalla stessa Cattelino

L’inclusione possibile: buone pratiche per la coesione e l’integrazione

Si terrà il 1° dicembre a Zola Predosa (Bologna) il convegno conclusivo del progetto internazionale “L’inclusione possibile: condivisione di buone pratiche per la coesione e l’integrazione”, iniziativa promossa dall’Unione dei Comuni delle Valli del Reno, Lavino e Samoggia, con il sostegno della Regione Emilia Romagna, con la quale si è inteso costruire un quadro conoscitivo della realtà dell’inclusione nei territori coinvolti, da cui partire per un confronto basato su dati concreti, in modo tale da sviluppare nuove strategie, per favorire appunto l’integrazione e la coesione territoriale

Connettiamo la solidarietà

Ovvero “Un impegno gratuito di cittadinanza per il cambiamento sociale”, rispettivamente titolo e sottototitolo dell’Assemblea Nazionale del MOVI (Movimento di Volontariato Italiano), in programma a Sassone di Ciampino nei pressi di Roma, dal 30 novembre al 2 dicembre, ulteriore tappa di un cammino intrapreso da tale organizzazione «per costruire una società tutta solidale, per dire no alla chiusura e alla cultura dell’odio e della paura, e per ribadire che la solidarietà è l’unico futuro che vogliamo»

Un “Premio Braille alla carriera” ad Andrea Camilleri

Andrà infatti proprio al grande intellettuale siciliano uno dei riconoscimenti nell’àmbito del ventitreesimo “Premio Braille”, iniziativa destinata dall’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) a persone e istituzioni che si siano distinte nel contribuire al miglioramento delle condizioni di vita, lavoro e studio dei ciechi e degli ipovedenti italiani. Il tutto accadrà il 3 dicembre all’Auditorium della Conciliazione di Roma, nel corso di una serata all’insegna della festa, dello spettacolo e della solidarietà, che verrà poi proposta il 27 dicembre sugli schermi di Raiuno

“Sbilanciamoci!” per i diritti, la pace e l’ambiente

«Il welfare non è un costo, è un diritto ed è un investimento; e una società più istruita, formata e sana esprime anche un’economia più innovativa e capace di futuro»: lo dichiara tra l’altro Giulio Marcon, portavoce della Campagna “Sbilanciamoci!”, iniziativa composta da un nutrito gruppo di organizzazioni della società civile, tra cui anche la FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), che ha presentato in questi giorni il suo ventesimo Rapporto, intitolato “Come usare la spesa pubblica per i diritti, la pace e l’ambiente”