Società

Come dare il buon esempio ai propri studenti…

La foto pubblicata dal quotidiano «La Nuova Venezia», che ritrare l'auto della Dirigente Scolastica dell'Istituto Luzzatti-Gramsci di Mestre, parcheggiata davanti alla scuola, occupando per metà il parcheggio riservato alle persone con disabilità

Pare proprio non sia stato solo un episodio dettato dalla fretta, quello che ha visto la Dirigente Scolastica di un’Istituto Superiore di Mestre-Venezia parcheggiare la propria auto davanti all’ingresso della struttura, occupando per metà il posto riservato alle persone con disabilità, quando, tra l’altro, ci sarebbero stati posti vuoti a meno di dieci metri. «E poi ci chiediamo perché gli adolescenti sono maleducati…», è il commento del Lettore che ci ha segnalato la notizia

“Ruote sulle Onde”, per accendere i riflettori sulla Convenzione ONU

Andrea Stella al timone del suo catamarano "Lo Spirito di Stella"

Presentato nei giorni scorsi a Milano, “WoW” (“Wheels on Waves”), ovvero “Ruote sulle Onde”, è il nuovo grande progetto di Andrea Stella, che con il suo catamarano accessibile effettuerà la traversata oceanica in sedici tratte da Miami a Trieste, con altrettanti equipaggi, misti “abili” e disabili, civili e militari, uomini e donne, di religioni differenti, che si alterneranno a bordo, passando per il Palazzo delle Nazioni Unite e arrivando anche da Papa Francesco. Il tutto principalmente per riaccendere l’attenzione sulla Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità

La diseguaglianza e i suoi indicatori

La diseguaglianza e i suoi indicatori

«Fermo restando l’apprezzamento per il percorso avviato dal Documento di Economia e Finanza (DEF) – scrivono Daniela Bucci e Carlo Giacobini -, che riconosce i limiti del Prodotto Interno Lordo come indicatore del progresso sociale e che punta a una migliore misurazione del benessere, rimane purtroppo il fatto che i sistemi statistici del nostro Paese non hanno ancora sistematicamente adottato indicatori utili a delineare, quantitativamente e qualitativamente, la disabilità e, quindi, la diseguaglianza, cosicché è ancora una chimera auspicare indicatori efficaci in tal senso»

Parole da non usare mai più

Basta con l'utilizzo di termini come "mongoloide" in senso dispregiativo!

«Chiediamo le scuse immediate – dichiara il Presidente dell’AIPD di Roma (Associazione Italiana Persone Down) – da parte di quel Consigliere Comunale di Roma che durante una discussione ne ha apostrofato un altro con il termine “mongoloide”. E chiediamo anche una presa di posizione da parte dei vertici municipali su quanto accaduto. Sentire infatti utilizzare ancora quel termine in senso dispregiativo è per noi un duro colpo e un tuffo indietro in un passato che non vorremmo più rivivere»

Terzo Settore: anche la disabilità tra i temi strategici

Il Forum del Terzo Settore sta riscrivendo le proprie linee guida, in coerenza con gli Obiettivi dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Sostenibile

Identità, consapevolezza, partecipazione e apertura a soggetti terzi: queste le parole chiave della grande assemblea programmatica promossa a Roma dal Forum Nazionale del Terzo Settore, per riorganizzare il proprio lavoro, individuando nuove linee guida – coerenti con gli obiettivi fissati dalle Nazioni Unite nell’Agenda Globale 2030 per lo Sviluppo Sostenibile – e definendo il perimetro d’azione per i prossimi quattro anni. E naturalmente tra i temi strategici di cui si è discusso vi sono state anche la disabilità e la non autosufficienza

Contro abusi e maltrattamenti, serve un’adeguata formazione

Contro abusi e maltrattamenti, serve un’adeguata formazione

«Ci auguriamo che da questa brutta storia emergano iniziative per garantire un’adeguata formazione e supervisione non solo per gli insegnanti curricolari e di sostegno, ma anche per il personale che ha il ruolo di assistere nella scuola gli alunni con maggiori difficoltà, integrando il lavoro del personale docente»: lo dichiara Paolo Virgilio Grillo, presidente nazionale dell’AIPD, condannando fermamente il triste episodio di maltrattamento da parte di un’assistente educativa, avvenuto in una scuola di Albano Laziale, nei confronti di un alunno con sindrome di Down

“Donne in Vista”, per raccontare la cecità al femminile

Il logo scelto per il Progetto "Donne in Vista" dell'Associazione Blindsight Project

È certamente degna di essere sostenuta, contribuendo a condurla in porto, l’apprezzabile iniziativa promossa dall’Associazione Blindsight Project, consistente nel docufilm intitolato “Donne in vista”, opera interamente realizzata da donne con disabilità, per trascinare tutti in un mondo sconosciuto e soprattutto coloro che vedono. «In “Donne in Vista” -è stato scritto – la cecità la si vedrà come nessuno l’ha mai vista: nell’intimo, e non nel buio, senza pietismi e senza illusioni, con la gioia di vivere e, nonostante tutto, tanto divertimento, come solo le donne sanno fare!»

La Convenzione ONU nella ricostruzione delle zone terremotate

Persone con disabilità al Centro Socio Educativo Riabilitativo Diurno della Fattoria Sociale Montepacini, in provincia di Fermo, struttura che ha subìto anch'essa sostanziali danni, a causa dei recenti terremoti

È certamente degno di nota – sia per i temi trattati che per gli ospiti coinvolti – il convegno promosso nelle Marche per domani, 6 aprile, a Porto San Giorgio (Fermo), dall’Associazione locale Zero Gradini per Tutti, intitolato “La barriera siamo noi. Applicazione della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità nella ricostruzione delle zone terremotate”. Vi interverranno, tra gli altri, Giampiero Griffo, uno dei “padri italiani” della Convenzione ONU e Giuliano Pazzaglini, sindaco di Visso, in provincia di Macerata, uno tra i Comuni più colpiti dai terremoti dei mesi scorsi

“Cacciatori di sogni”, che lottano per costruire un futuro ai figli

Muni Sigona, autrice del libro "Calle Calle... Biografia di un Sogno" e promotrice del convegno di Catania "Oltre l'autismo", insieme al figlio Salvatore (Toti), diciottenne con autismo e al marito Michele

«Incredibile guardare negli occhi quei genitori – scrive Simone Fanti, riferendo di un recente convegno sull’autismo svoltosi a Catania – occhi che bruciano di speranza, occhi stanchi, certo, ma mai rassegnati. Eroici combattenti di una battaglia soverchiante, stremati e sfiniti dalla fatica e dalla difficoltà di interfacciarsi con una patologia di cui si conosce ancora troppo poco, ma nonostante tutto indefessi “cacciatori di sogni”, per cui vale la pena lottare, per regalare un futuro ai propri figli»

Alzare la testa contro la disinformazione

«C’è una sfida formativa a servizio delle realtà non profit, per accompagnarle a comunicare meglio ciò che fanno e ciò che sono, una nei confronti dei mass-media, per aiutarli a raccogliere informazioni positive provenienti dai territori, e infine la sfida culturale di comunicare i temi forti del volontariato, che toccano da vicino la quotidianità di milioni di italiani»: lo si è detto a Milano, durante un seminario con il quale alcune realtà del Terzo Settore e dell’economia civile hanno “lanciato la reazione” contro la disinformazione e le falsità, diffuse soprattutto nei social media

Nulla sulle donne con disabilità, senza le donne con disabilità

Nel 2016 il Comitato ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità ha richiamato l’Italia per la mancanza di misure rivolte alle specifiche esigenze delle donne con disabilità, raccomandando che la prospettiva di genere venisse integrata nelle politiche per la disabilità e che la disabilità stessa venisse incorporata nelle politiche di genere. In tale àmbito, una pietra miliare, prodotta in seno al Forum Europeo sulla Disabilità, è il “Secondo Manifesto sui diritti delle Donne e delle Ragazze con Disabilità nell’Unione Europea”, oggi disponibile in italiano, grazie al Centro Informare un’H

La prima tutela per i nostri diritti

«La sua attenzione verso le istanze delle persone con disabilità è per tutti noi di concreto sostegno. La sua responsabilità istituzionale, quale supremo garante dei princìpi della Costituzione e degli Atti Internazionali, rappresenta la prima tutela per i nostri diritti umani»: lo ha dichiarato Vincenzo Falabella, presidente della FAIP (Federazione Associazioni Italiane Paratetraplegici), rivolgendosi al presidente della Repubblica Sergio Mattarella, durante l’evento svoltosi al Quirinale alla vigilia della Giornata Nazionale della Persona con Lesione al Midollo Spinale, di oggi, 4 aprile

Dillo con un bacio

Sono tanti celebri cioccolatini, trattati in modo molto particolare – o meglio gli altrettanto famosi cartigli in essi contenuti – i protagonisti della nuova puntata di “A 32 denti (Sorridere è lecito, approvare è cortesia)”, la rubrica del nostro giornale condotta come sempre da Gianni Minasso all’insegna della più caustica ironia, e fatta di varie incursioni nel grottesco e talora nella comicità più o meno involontaria che, come ogni altra faccenda umana, riguarda anche il mondo della disabilità

Insieme, per evitare che di autismi si parli solo in determinate giornate

«Cosa cambierà per le persone con disturbi dello spettro autistico e per le loro famiglie in Italia? Ci sarà più consapevolezza e un maggiore riconoscimento dei diritti? Speriamo di sì! Ma questa Giornata potrebbe assumere un maggiore e più concreto significato, se rappresentasse l’occasione per unire le famiglie e il mondo associativo impegnato sui disturbi dello spettro autistico, spesso estremamente parcellizzato e anche conflittuale». Lo dichiara Roberto Speziale, presidente nazionale dell’ANFFAS, in vista della Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo del 2 Aprile

Quanti eventi per il 2 Aprile!

Proponiamo una rapida carrellata di alcuni eventi – di molti altri ci siamo già occupati a parte, rimandando anche i Lettori al lungo elenco presente nel sito della FIA (Fondazione Italiana per l’Autismo) – in programma da nord a sud del nostro Paese in questi giorni che ruotano attorno alla Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo del 2 Aprile

Cresca sempre più la consapevolezza sull’autismo

A pochi giorni dal 2 Aprile, decima Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo, sono già state programmate centinaia di iniziative in tutte le Regioni d’Italia, mentre tanti monumenti e piazze anche quest’anno si illumineranno di blu. E nel frattempo la FIA (Fondazione Italiana per l’Autismo) ha lanciato la propria Campagna “#sfidAutismo 2017”, che oltre a sostenere la ricerca scientifica e a consentire di avviare utili servizi, consentirà di aumentare ancor di più, presso l’opinione pubblica, la consapevolezza delle problematiche vissute dalle famiglie con autismo

La cultura della Memoria

Conoscere quanto accaduto alle persone con disabilità durante il nazismo, indagare ruoli e responsabilità di medici, personale sanitario, funzionari, diventati i “carnefici dell’Aktion T4”, ovvero del programma di sterminio delle stesse persone con disabilità, attuato tra gli Anni Trenta e Quaranta del secolo scorso, rende immuni dal ricadere in nuove politiche di esclusione e segregazione? Sarà questo uno dei temi principali di un’importante giornata di studio interdisciplinare in programma per il 31 marzo a Roma

Autodeterminazione, autonomia e lavoro per le persone con autismo

«Se anche le persone con autismo godranno di pari opportunità per l’autodeterminazione e l’autonomia, avranno un impatto ancora più forte e positivo sul nostro futuro comune»: lo ha dichiarato il nuovo segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres, in un messaggio diffuso in vista del 2 Aprile, Decima Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo, dedicata al tema “Verso l’autonomia e l’autodeterminazione”

Lesione al midollo spinale: un’occasione di alto valore simbolico

«Siamo convinti che questa esperienza possa rappresentare l’esordio di una stagione in cui le Istituzioni prestino attenzione crescente al mondo della lesione al midollo spinale e della disabilità in generale»: lo dichiara Vincenzo Falabella, presidente della FAIP (Federazione Associazioni Italiane Paratetraplegici), a proposito dell’importante evento nazionale promosso dalla stessa FAIP e legato alla Decima Giornata Nazionale della Persona con Lesione al Midollo Spinale, che si terrà il 3 aprile al Palazzo del Quirinale di Roma, alla presenza del presidente della Repubblica Mattarella