Società

Due milioni di mele per sostenere la lotta alla sclerosi multipla

Due milioni di mele per sostenere la lotta alla sclerosi multipla

Da una parte garantire e potenziare i servizi destinati alle persone con sclerosi multipla, dall’altra sostenere la ricerca scientifica sulla malattia: a questo serviranno i fondi raccolti in tante piazze d’Italia domani, 1° ottobre, domenica 2 e anche lunedì 4, tramite La Mela di AISM, “storica” iniziativa che punta anche a informare e sensibilizzare, promossa dall’Associazione Italiana Sclerosi Multipla

Insieme Per (Incontrarsi Condividere Crescere)

Insieme Per (Incontrarsi Condividere Crescere)

Si chiama “Insieme Per (Incontrarsi, Condividere Crescere)” ed è un progetto promosso dalla Società Helaglobe, tutto rivolto alle Associazioni e alle Federazioni di pazienti impegnate sul fronte di patologie che creano diverse forme di disabilità, per ascoltarne le istanze e avviare un percorso di conoscenza e confronto reciproco. All’iniziativa partecipano moltissime organizzazioni, tra cui anche la Federazione FISH e numerose Associazioni e Federazioni che ad essa aderiscono. In questi giorni a Firenze si tiene l’incontro di avvio, cui interviene anche il Presidente della FISH Falabella

Intervista doppia su disabilità e dintorni

Leonardo Cardo, noto come "zio Leo"

Due esperienze di vita a confronto, due generazioni diverse che parlano di disabilità e di tutto ciò che ruota intorno ad essa, dalle emozioni più personali alle grandi questioni come il bullismo, la scuola e il lavoro, passando per la percezione che gli altri hanno delle persone con disabilità e di come questa è cambiata nel corso del tempo. Un dialogo a distanza virtuale tra Leonardo Cardo, attivista per i diritti, noto come “zio Leo”, famoso per il blog “Il mio mondo dal basso verso l’alto”, e Stefania Delendati, una delle “firme” più apprezzate di «Superando.it»

Quattro anni dopo ancora pochi i candidati con disabilità

Quattro anni dopo ancora pochi i candidati con disabilità

Quante saranno alle prossime elezioni del 25 settembre le persone con disabilità candidate a far parte della prossima Legislatura? A nostra conoscenza decisamente poche, come avevamo dovuto rilevare anche in occasione delle elezioni del 2018. Le presentiamo sinteticamente in ordine alfabetico, pronti naturalmente ad integrare il nostro elenco con altri nomi di candidati con disabilità che ci verranno eventualmente segnalati, anche in àmbito di elezioni regionali, dove esse si svolgeranno, al fine di garantire la stessa parità di visibilità a tutti e tutte

Sostegni anche agli enti che gestiscono servizi rivolti alla disabilità

Sostegni anche agli enti che gestiscono servizi rivolti alla disabilità

Favore viene espresso dal Forum del Terzo Settore e dalla Federazione FISH, per le dichiarazioni della ministra per le Disabilità Stefani, riguardanti un fondo di 120 milioni di euro, nel “Decreto Aiuti ter”, per aiutare gli enti che gestiscono servizi per la disabilità a sostenere i costi dell’energia. Nei giorni scorsi sia il Forum che la FISH avevano lamentato la mancanza di ristori nel “Decreto Aiuti bis”, per le realtà non profit che gestiscono, ad esempio, i servizi di assistenza residenziale, i trasporti sociali e sanitari, o che si prendono cura delle persone anziane e con disabilità

Accendi una luce sui giovani con disabilità

Accendi una luce sui giovani con disabilità

È questo il tema del tradizionale concorso fotografico internazionale dell’EDF, il Forum Europeo sulla Disabilità, che punta a sensibilizzare la società attraverso la fotografia, mostrando appunto come i giovani con disabilità vivono la loro vita e sono inclusi (o spesso esclusi) nella società. Fino al 30 novembre, dunque, tutti i cittadini e le cittadine dell’Unione Europea o dell’Area Economica Europea, senza alcun limite di età e senza quota di iscrizione, potranno partecipare con immagini che ritraggano i giovani con disabilità come protagonisti della loro vita quotidiana

La Giornata Nazionale della SLA combatterà il “caro energia”

Fulvia Massimelli, presidente nazionale dell'AISLA, insieme a Michele La Pusata, persona affetta da SLA

Tanti Comuni illuminati di verde, oltre 150 piazze con le tradizionali bottiglie di Barbera d’Asti, all’insegna dello slogan “Un contributo versato con gusto” e altro ancora. Sarà tutto questo, la Giornata Nazionale della SLA del 18 settembre, ma anche e soprattutto il “motore” di un’iniziativa speciale voluta per l’occasione dall’Associazione AISLA, che ha lanciato un contributo straordinario per i propri Soci e Socie. E dunque tutti i fondi raccolti in tale àmbito saranno utilizzati per alleviare le conseguenze del “caro energia”, molto pesanti per le persone con la SLA e le loro famiglie

Il “caro energia”, la disabilità e i supporti elettromedicali salvavita

Il “caro energia”, la disabilità e i supporti elettromedicali salvavita

«Il “caro energia” – scrive Renato La Cara – riguarda tutti, ma sta colpendo più pesantemente di altri le persone con disabilità che per vivere devono utilizzare a casa supporti elettromedicali energivori. Molti di loro, infatti, stanno iniziando a ricevere bollette ingenti, a fronte del fondamentale utilizzo di dispositivi salvavita. Che non in tutti i casi danno diritto al bonus elettrico per disagio fisico riconosciuto dall’Autorità di Regolazione del Settore Energetico». La richiesta di tante persone, quindi, è chiara e forte: le Istituzioni devono intervenire quanto prima possibile

Il quarto Festival delle Abilità, perché questo tempo ha bisogno di ispirazione

Il quarto Festival delle Abilità, perché questo tempo ha bisogno di ispirazione

«Il tempo che ci attraversa ha un bisogno diffuso di fonti d’ispirazione, di messaggi, di storie positive da cui trarre energia, esempio e metamorfosi. L’arte produce trasformazione sociale. È il segno del tempo che ci aspetta e chi ci ispira accende una luce nella penombra e ci aiuta a trovare (o a ritrovare) la nostra strada»: per questo sarà “L’arte di ispirare” il tema del 4° Festival delle Abilità di Milano, centrato sulle giornate del 24 e 25 settembre, dopo il “Fuori Festival” del 16 settembre scorso. È un evento di cui «Superando.it» ha l’onore e il piacere di essere media partner

“Decreto Aiuti bis”: nessun ristoro per il non profit contro il “caro energia”

«Nessun ristoro contro il caro-energia per le realtà non profit che gestiscono, ad esempio, i servizi di assistenza residenziale, i trasporti sociali e sanitari, o che si prendono cura delle persone anziane e con disabilità»: è l’amaro commento di Vanessa Pallucchi, portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore, dopo l’approvazione al Senato del cosiddetto “Decreto Aiuti bis”, che ora passerà all’esame della Camera. Anche la Federazione FISH, che già si era pronunciata chiedendo sostegni, si augura, insieme al Forum, che si ripari al più presto a tale grave mancanza

Rodolfo Cattani, una vita spesa per i diritti delle persone con disabilità

Persona cieca dalla nascita, Rodolfo Cattani, scomparso oggi a 81 anni, ha speso gran parte della propria vita in difesa dei diritti delle persone cieche e ipovedenti e in generale di tutte le persone con disabilità. Già a lungo direttore generale della Biblioteca Italiana per i Ciechi Regina Msrgherita di Monza, ha ricoperto varie cariche, sia in sede nazionale che locale, all’interno dell’UICI, impegnandosi inoltre anche in àmbito internazionale, con il Forum Europeo sulla Disabilità, l’Unione Mondiale dei Ciechi e l’Unione Europea dei Ciechi di cui era tuttora il Presidente

Servizio Civile obbligatorio? Meglio renderlo davvero universale!

«Perché i partiti non si impegnano semplicemente a potenziare il Servizio Civile Universale e a stabilizzarne i fondi, garantendo finalmente l’esperienza ad almeno 100.000 giovani ogni anno?»: lo dichiara in una nota Laura Milani, presidente della CNESC (Conferenza Nazionale Enti Servizio Civile), commentando quello che la stessa CNESC definisce come «un gran vociare confuso sul ritorno alla leva e a un servizio militare e civile obbligatorio, ma con poche tracce nei programmi dei vari partiti»

Molto spazio anche per la disabilità nell’Agenda di UNICEF alle forze politiche

«Chiediamo di fornire ai bambini con disabilità pari opportunità rispetto ai coetanei, in tutti i contesti di vita quotidiana e di consultare le persone con disabilità, inclusi i minorenni, quando si forniscono servizi inclusivi, oltre a un’istruzione equa e di qualità»: è uno dei passaggi dedicati alla disabilità, presenti nel documento di proposta “Le cose da fare: Agenda 2022-2027 per l’infanzia e l’adolescenza”, che UNICEF Italia sottoporrà ai partiti candidati alle elezioni politiche, oltre a proporre in parallelo da domani, 9 settembre, un sondaggio rivolto ai giovani dai 14 ai 30 anni

Api e persone con disabilità, un’alleanza con tante prospettive

Le api e la disabilità: temi apparentemente “lontani”, mentre invece sono sempre di più le iniziative che vedono le api e le persone con disabilità alleati che si donano qualcosa reciprocamente. Vediamo dove e come, partendo da lontano, ossia dal naturalista cieco del Settecento François Huber, per arrivare ad alcune esperienze di oggi, tra cui quella di Andrea Licari, il più noto apicoltore con disabilità del nostro Paese. La vita in alveare delle api coincide con un mirabile modello di partecipazione comunitaria alla vita sociale in cui l’idea della “diversità” diventa un patrimonio

Vicende come questa chiedono solo piena chiarezza

«È terribile speculare sulla malattia e sulla naturale compassione che suscita un giovane condannato a letto e legato a una macchina. Siamo con Paolo nella sua lotta per una vita dignitosa con la SLA e facciamo nostro il suo messaggio “viva la vita”, auspicando piena chiarezza su questa brutta storia»: così Barbara Gonella, presidente dell’AISLA di Firenze, commenta un servizio della testata «Domani», secondo il quale dietro al giovane Paolo Palumbo, persona realmente malata di sclerosi laterale amiotrofica, vi sarebbe un «giro di raccolte fondi e altro», che «alimenterebbe un business opaco»

Per un nuovo modello socio-economico, che investa nel capitale umano e sociale

«Crediamo che oggi siano d’obbligo scelte politiche nette e coraggiose nella direzione di un nuovo modello socio-economico, fondato sulla centralità del welfare e che investa con convinzione nel capitale umano e sociale»: lo dichiara Vanessa Pallucchi, portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore, a margine dell’incontro “Mettete in agenda la solidarietà”, confronto promosso dallo stesso Forum con i rappresentanti delle varie forze politiche, in corso di svolgimento a Roma

“Sono nato così, ma non ditelo in giro”: l’ironia per parlare di cose serie

«L’ironia come strumento efficace per trasmettere concetti seri e importanti senza correre il rischio che la gente si stanchi, e magari sbuffi anche»: ne è convinto Mattia Muratore, avvocato e ambasciatore paralimpico con l’osteogenesi imperfetta, la “malattia dalle ossa di cristallo”, che nel suo libro “Sono nato così, ma non ditelo in giro”, riunisce una serie di racconti sulla disabilità, descritta in maniera molto diretta, concentrandosi sulla vita concreta delle persone con disabilità. Alcune storie sono più malinconiche, altre più leggere e spensierate, altre ancora fanno arrabbiare

Ancora tabù, in Francia, quel video sulla vita felice con la sindrome di Down

La Corte dei Diritti dell’Uomo ha dichiarato irricevibili i ricorsi contro la censura attuata nel 2014 dal Consiglio Superiore per l’Audiovisivo francese, nei confronti di “Dear Future Mom”, video promosso dal CoorDown, insieme ad altre organizzazioni internazionali, che grande risonanza ha ottenuto ovunque. Ma i promotori di quella campagna, basata sul messaggio che «anche le persone con la sindrome di Down possono avere una vita felice», insistono: la Francia ha violato la libertà di espressione delle persone con sindrome di Down. E chiedono di riconsiderare quella decisione

Potenziare il Terzo Settore e valorizzare l’impegno del volontariato

«Mancano nel dibattito elettorale idee e proposte strategiche per potenziare il Terzo Settore e valorizzare l’impegno del volontariato per un Paese più inclusivo, solidale e sostenibile»: a dirlo è Chiara Tommasini, presidente di CSVnet, la rete che riunisce 48 Centri di Servizio per il Volontariato, e che per questo ha inviato una lettera ai leader delle principali forze politiche in campo per le prossime elezioni chiedendo impegni precisi per sostenere il Terzo Settore e i volontari che in questi anni hanno tenuto unito un Paese indebolito dalla crisi economica e sociale e dalla pandemia