Tre condanne per discriminazione in due mesi

Tre condanne per discriminazione in due mesi

Prendendo atto con soddisfazione di ben tre Sentenze che in soli due mesi hanno portato alla condanna della Città Metropolitana di Milano, per discriminazione ai danni di alunni con disabilità, la Federazione lombarda LEDHA auspica che tutti i bambini e i ragazzi possano iniziare il nuovo anno scolastico senza disagi, ricordando anche che il diritto allo studio degli alunni con disabilità deve scattare esattamente dal primo giorno di scuola e non nei giorni o nelle settimane successive

Assistente di supporto all’insegnante: una battaglia vinta

L'insegnante Romina Santini

È durata per ben tre anni la battaglia di Romina Santini, insegnante con grave disabilità motoria, per ottenere un assistente di supporto che esegua materialmente le attività impedite o rese difficoltose dalla disabilità, come sorvegliare la classe, consultare e compilare i registri, sfogliare i libri o scrivere alla lavagna. Alla fine, però, la vittoria è arrivata e ora la docente romagnola si batterà per far sì che tale diritto venga esteso a tutti gli altri docenti con disabilità che necessitano di assistenza

Farmaci orfani e malattie rare: tutto quel che bisogna sapere

Una bimba con malattia rara insieme al padre (immagine realizzata da Aldo Soligno, per il progetto intitolato "Rare Lives - Il significato di vivere una vita rara", voluto da UNIAMO-FIMR nel 2015 per l'VIII Giornata Mondiale delle Malattie Rare)

Perché i cosiddetti “farmaci orfani”, destinati alle persone con malattie rare, dispongono di una normativa specifica? Perché dal momento in cui una molecola viene scoperta e poi testata passa così tanto tempo per far sì che il farmaco sia a disposizione dei pazienti? E ancora, chi ne autorizza l’immissione in commercio e cosa ne determina il prezzo? A queste e altre domande cerca di rispondere l’OSSFOR (Osservatorio Farmaci Orfani), con il proprio primo “Quaderno”, intitolato appunto “La regolamentazione delle malattie rare e dei farmaci orfani”, scaricabile gratuitamente dal web

Sclerosi multipla: ricerche che pongono le basi di future terapie

Il neurologo e ricercatore Stefano Pluchino

Si chiamano “exosomi” (o vescicole membranose extracellulari) e sono particelle di dimensioni molto piccole, che si formano dalla membrana cellulare e servono a trasportare e scambiare diversi tipi di molecole tra le cellule. Da tempo se ne occupa il gruppo di ricercatori coordinato da Stefano Pluchino, ma quali risvolti concreti potranno avere studi come questi nei confronti della sclerosi multipla? Prova a spiegarlo in questa intervista lo stesso Pluchino

Non sempre coincidono accessibilità e facilità d’uso

Un giovane con disabilità visiva accompagnato da un assistente all'interno di un aeroporto

Pur collocandosi ampiamente al di sopra della media delle varie compagnie aeree europee e mondiali, il sito di una compagnia low cost, recentemente rinnovato per consentire una più facile fruizione anche da parte dei clienti con ridotte capacità sensoriali o difficoltà motorie, dimostra che non sempre l’accessibilità coincide con una maggiore facilità d’uso, specie se non si chiede a coloro utilizzano un lettore di schermo (“screen reader”) di testare quel sito, prima di renderlo pubblico

Quando l’autonomia diventa realtà

Quando l’autonomia diventa realtà

È del tutto legittima la soddisfazione dell’Associazione friulana Laluna, dopo il traguardo raggiunto nelle scorse settimane, con la felice conclusione di un percorso triennale di propedeutica all’abitare, ideato per “allenare” alla vita indipendente giovani con disabilità intellettiva. Tre di loro, infatti, andranno ora a vivere in autonomia in un appartamento di Sacile (Pordenone)

Scuole della Campania: bene le risorse, ma la burocrazia?

Scuole della Campania: bene le risorse, ma la burocrazia?

«Bene lo stanziamento, ma ora a bloccare il regolare avvio dell’anno scolastico potrebbero essere le procedure burocratiche, necessarie ad attivare i servizi di trasporto e quelli specialistici. Per questo monitoreremo tutto il territorio regionale, e laddove non venisse garantito il diritto all’istruzione, passeremo alle denunce»: così Daniele Romano, presidente della FISH Campania, commenta lo stanziamento di 14 milioni e mezzo di euro approvato dal Consiglio Regionale della Campania, per i servizi scolastici rivolti agli studenti e alle studentesse con disabilità delle scuole superiori

La voce delle donne con disabilità

La voce delle donne con disabilità

Fino al 15 settembre prossimo le donne con disabilità motoria possono collaborare alla realizzazione del progetto “Voci di donne”, lanciato dall’AIAS di Bologna, con l’obiettivo di coinvolgere le stesse donne con disabilità nell’analisi delle barriere che incontrano nella vita, e che ne ostacolano la piena realizzazione, e nello sviluppare e progettare percorsi specifici, innovativi e replicabili di partecipazione e emancipazione

La scuola deve iniziare a settembre per tutti

La scuola deve iniziare a settembre per tutti

È stato innanzitutto questo il messaggio portato dalla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) in un incontro con il ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli, che ha voluto rassicurare i rappresentanti dell’organizzazione sia sulle nomine degli insegnanti di sostegno che sull’assistenza educativa e sul trasporto scolastico degli alunni con disabilità. La FISH, per altro, anche in occasione del prossimo anno scolastico raccoglierà e segnalerà i disagi o le violazioni riportate dalle famiglie e dalle varie organizzazioni territoriali

La scomparsa di Paolo Osiride Ferrero

Paolo Osiride Ferrero

«Con il suo agire, Paolo Osiride ha fatto la differenza, ha fatto del Volontariato la sua arma e il suo orgoglio e ha combattuto fino alla fine perché la correttezza e le pari opportunità venissero riconosciuti a Tutti senza distinzione di essere»: così viene ricordato Paolo Osiride Ferrero, scomparso alla fine di luglio, dalla CPD di Torino (Consulta per le Persone in Difficoltà), della quale era stato per oltre vent’anni il Presidente, caratterizzandosi come un vero pilastro del mondo della disabilità e del volontariato torinese e non solo

Vanno eliminate così le barriere in Calabria

Nel corso di una recente audizione presso il Comitato Pari Opportunità della Regione Calabria, la FISH Regionale (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) ha presentato una serie di proposte per modificare e migliorare la Legge Regionale 8/98 (“Eliminazione delle barriere architettoniche”), in linea con la piena attuazione dei vari princìpi contenuti nella Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità

I tanti problemi dell’assistenza sanitaria territoriale

Sigle e modelli diversi per definire le unità che si occupano di cure territoriali, offerte di servizi disuguali (anche profondamente, da Regione a Regione), assistenza domiciliare non per tutti e a rischio sotto il profilo della qualità e quantità: questi, in sintesi, i risultati emersi da un rapporto sull’assistenza sanitaria territoriale, presentato in questi giorni dal Tribunale per i Diritti del Malato di Cittadinanzattiva, secondo il quale «si dovrebbe poter contare non solo sull’ospedale, ma trovare nel territorio un punto di riferimento affidabile e presente sempre»

L’Atto Europeo sull’Accessibilità dovrà essere forte e ambizioso

Il Forum Europeo sulla Disabilita si appella all’intero movimento delle persone con disabilità e delle loro famiglie, per far sì che tutti contribuiscano a migliorare l’Atto Europeo sull’Accessibilità, che in settembre vivrà il suo momento decisivo al Parlamento Europeo. «Riteniamo infatti – scrivono dall’EDF – che l’attuale Proposta di Atto debba essere estesa ad altri àmbiti importanti per la quotidianità delle persone con disabilità, per arrivare a un provvedimento che sia realmente forte, ambizioso e vincolante per tutti gli Stati membri dell’Unione Europea»

Il Valore del Gioiello

Si chiama così l’interessante progetto promosso dalla Fondazione Boccadamo di Frosinone, sostenuta dall’Agenzia per il Lavoro ETJCA, consistente in una scuola orafa di formazione, rivolta a persone con disabilità motoria, per insegnar loro un’antica arte millenaria, preparandole al successivo inserimento nel mondo del lavoro. Inaugurata qualche giorno fa, la scuola ha attivato il primo corso rivolto a persone del proprio territorio, ma con l’ambizione di estendere prossimamente la proposta anche a livello nazionale e internazionale