Due diversi modi di pensare e “vedere” la disabilità

Il giovane giornalista Maurizio Molinari, persona non vedente, che ha replicato nei giorni scorsi a Massimo Fini

Quello cioè del noto giornalista Massimo Fini, che annuncia: «Sono diventato cieco. O, per essere più precisi, semicieco o “ipovedente”. La mia storia di scrittore e giornalista finisce qui», e quella di Maurizio Molinari, giovane giornalista, persona non vedente, che risponde: «La mia cecità non è stata un limite per realizzare il mio sogno. Da anni descrivo fatti anche senza l’uso degli occhi». «Un loro eventuale incontro – scrive Simone Fanti – porterà un reciproco vantaggio»

Contro i tagli al Fondo Sociale, contro le rette insostenibili

Contro i tagli al Fondo Sociale, contro le rette insostenibili

«Va certamente ripristinato il Fondo Sociale nel Bilancio Regionale delle Marche per il 2015, ma vanno anche modificati altri provvedimenti, per evitare un insostenibile aumento delle rette a carico degli utenti che fruiscono dei servizi sociosanitari»: lo sottolineano le organizzazioni componenti la Campagna “Trasparenza e diritti” e il CAT Marche (Comitato Associazioni Tutela), a proposito di una manifestazione di protesta promossa dalle principali organizzazioni sindacali

È un Decreto Ministeriale di 26 anni fa, altro che concessione!

È un Decreto Ministeriale di 26 anni fa, altro che concessione!

La stragrande maggioranza dei nostri Lettori sa bene che già nel 1989 il Decreto Ministeriale n. 236 aveva stabilito che nelle aree di parcheggio fossero previsti, «nella misura minima di 1 ogni 50 o frazione di 50, posti auto riservati gratuitamente ai veicoli al servizio di persone disabili». E tuttavia ci sono Sindaci, come quello di Belluno, che dichiarano ai giornali di voler ben volentieri riservare, in un parcheggio da 824 posti, «alcuni posti alle auto dei disabili»…

Scale mobili e disabilità visiva: la battaglia continua

«I ciechi e gli ipovedenti lo sanno perfettamente - scrive Fabrizio Marini-: usufruire di scale mobili, rampe mobili e tapis roulants senza l’uso della vista non è mai stato un problema, né mai lo sarà»

«La battaglia per il libero accesso alle scale mobili da parte delle persone con disabilità visiva – scrive Fabrizio Marini – è lunga e difficile. Per ora la stiamo perdendo, ma le nostre ragioni sono troppo evidenti per mollare, e i nostri ottusi interlocutori possono star certi che non ci arrenderemo». Un’ampia ricognizione ove si raccontano le tante iniziative di questi anni nella Capitale, per far sì che le persone con disabilità visiva possano utilizzare le scale mobili in autonomia

Disabilità intellettiva e diritti: rispondono i politici

Franca Biondelli, sottosegretario al Lavoro e alle Politiche Sociali, la cui intervita è presente oggi nel sito dell'AIPD

Dalla residenzialità a una vita affettiva piena, dal lavoro al diritto di voto: su tali temi e altri ancora sono centrate le interviste di libera consultazione nel web, realizzate dall’Associazione AIPD ad alcuni esponenti politici e basate sulle raccomandazioni emerse da un recente progetto europeo. L’obiettivo è quello di lanciare un messaggio preciso a chi ha responsabilità politiche e legislative, di non ostacolare, cioè, l’emancipazione delle persone con disabilità intellettiva

Viaggio nell’animo umano oltre la malattia

Simona Castiglione

Sono undici i racconti che compongono “La mente e le rose” – libro recentemente riproposto in e-book – con i quali Simona Castiglione dà spazio a chi, colpito da una malattia neurologica o neuropsichiatrica, si ritrova in una vita nuova e con un nuovo sguardo che osserva la vita. Uno sguardo a volte amaro, altre volte disincantato, a tratti arrabbiato, che però rifugge la compassione ed è sempre consapevole che l’essere umano è altro rispetto alla patologia di cui è affetto

Il diritto alla partecipazione scolastica

Il diritto alla partecipazione scolastica

Si chiama così la pubblicazione disponibile sia in formato cartaceo che in e-book, curata da Salvatore Nocera, uno tra i massimi esperti italiani di inclusione scolastica, che offre agli operatori del diritto e alle famiglie gli strumenti conoscitivi di carattere normativo e giurisprudenziale che possono aiutare a rimuovere – con la personalizzazione degli interventi – gli ostacoli alla realizzazione dei bisogni educativi e delle aspirazioni esistenziali degli alunni con disabilità

Campania: ricominciare a parlare di lavoro e disabilità

Campania: ricominciare a parlare di lavoro e disabilità

Ha sì l’importante obiettivo di informare i cittadini sulle imminenti scadenze previste in Campania per le cosiddette “categorie protette”, ma a più ampio respiro, l’incontro di oggi, 30 marzo, a Napoli, promosso dalle Federazioni Federhand/FISH Campania e dalla FAND Regionale, si propone di far tornare a parlare concretamente di inserimento lavorativo delle persone con disabilità, anche attraverso una serie di testimonianze dirette

Un incontro a Trieste contro il nuovo ISEE

Un incontro a Trieste contro il nuovo ISEE

O meglio «un’occasione – come spiega Vincenzo Zoccano, presidente della Consulta Regionale della Disabilità del Friuli Venezia Giulia, che tale incontro ha promosso a Trieste per il 30 marzo – per fare luce in modo chiaro e inequivocabile sul danno enorme che si rischia di arrecare con il nuovo ISEE a tutti coloro che sono in condizione di disabilità e alle loro famiglie». Per l’occasione, si chiederà agli esponenti politici di sottoscrivere un documento d’impegno a fare proprio il problema

Gli “eventi e i sapori memor… Abili” di Tommy, Federico e Marco

Tommy, Federico e Marco fotografati davanti al BENZACHI di Zugliano (Udine), il locale dove lavorano

Si chiama infatti proprio “Eventi e sapori memor… Abili” il menù del “Benzachi”, locale nei pressi di Udine gestito dall’omonima Cooperativa Sociale, dove lavorano tre giovani con sindrome di Down, supportati da altri operatori, che percorrono così sino in fondo la loro “strada verso la libertà”, all’insegna dell’autonomia nel lavoro, dopo avere provato già da alcuni anni quella abitativa

Si rischiano tagli alla Sanità fino al 2018

A sottolinearlo è il Tribunale per i Diritti del Malato di Cittadinanzattiva, secondo il cui coordinatore Tonino Aceti non si può parlare di «rinuncia a un presunto aumento da parte delle Regioni», come ha fatto il Presidente della Conferenza delle Regioni, ma di «un nuovo taglio orizzontale», che rischia di «ripetersi fino al 2018». «Auspichiamo quindi – dichiara Aceti – che ora vi siano interventi fattivi, per ridurre duplicazioni, inefficienze, burocrazia, sprechi e clientele»

Disabilità e Pubblica Amministrazione: lavoro più garantito

È infatti decisamente importante l’emendamento al Disegno di Legge che riorganizza la Pubblica Amministrazione, approvato in Commissione Affari Costituzionali del Senato, che renderà sempre più effettiva l’applicazione della Legge 68/99 (“Norme per il diritto al lavoro dei disabili”), imponendo tra l’altro, negli Enti con oltre duecento dipendenti, un responsabile dei processi di inserimento delle persone con disabilità. Soddisfazione viene espressa anche dalla Federazione FISH

L’inclusione che passa per le porte dell’ANFFAS

È infatti sostanzialmente questo il senso delle tante iniziative che in tutta Italia caratterizzeranno l’Ottavo “ANFFAS Open Day” del 28 marzo, voluto per celebrare la Giornata Nazionale della Disabilità Intellettiva e/o Relazionale, evento, quest’ultimo, promosso e organizzato dall’ANFFAS (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale), che si svolgerà tra l’altro nello stesso giorno in cui tale Associazione compirà 57 anni

Quel mondo rovesciato raccontato da Bomprezzi

Nella “Contea dei ruotanti”, Franco Bomprezzi, il nostro direttore responsabile scomparso poco più di tre mesi fa, aveva raccontato un’Italia divisa in macroregioni e piccole contee, una delle quali tutta governata da persone con disabilità e interdetta ai “camminanti”. Ripubblicata recentemente, quella “fiaba moderna” sarà ora al centro di un incontro-omaggio a Bomprezzi, in programma per il 28 marzo a Milano, in quella Casa dei Diritti che a lui stesso è stata intestata