Gli importanti obiettivi della Lega del Filo d’Oro

Un bimbo seguito dalla Lega del Filo d'Oro, insieme a un'operatrice

Ridurre i tempi di attesa per le diagnosi e le cure riabilitative rivolte a bambini e adulti sordociechi e pluriminorati sensoriali e sostenere la realizzazione del nuovo Centro Nazionale di Osimo (Ancona): sono questi gli obiettivi della campagna “Insieme per loro”, lanciata in queste settimane dalla Lega del Filo d’Oro. Il nuovo Centro Nazionale, va sottolineato, sarà una struttura all’avanguardia in Europa, con un ambiente progettato per assicurare alle persone sordocieche e con gravi disabilità la più completa vivibilità degli spazi

Il lavoro congiunto è la sola strada percorribile

Giuseppe Antonucci e Franco Lepore, presidenti rispettivamente della CPD (Consulta per le Persone in Difficoltà) e dell'UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) di Torino, subito dopo la sottoscrizione del protocollo d'intesa tra le due organizzazioni

Secondo Giuseppe Antonucci, presidente della CPD di Torino, «la costruzione di reti e di sinergie è la migliore strada da percorrere oggi, per offrire risposte e strumenti ai cittadini con disabilità». «Siamo fortemente convinti – conferma Franco Lepore, presidente dell’UICI di Torino – che un lavoro congiunto sia la sola strada percorribile per ottenere risultati concreti»: le loro parole hanno suggellato il protocollo d’intesa sottoscritto tra le rispettive organizzazioni, per condividere una serie di progetti e obiettivi comuni, in àmbito di diritti, mobilità, cultura e tempo libero

La Rete Europea di Parlamentari portavoce delle Malattie Rare

La Rete Europea di Parlamentari portavoce delle Malattie Rare

Le difficoltà trasversali delle malattie rare (piccole popolazioni di pazienti, competenze limitate e difficoltà nell’accesso ai trattamenti e all’assistenza sanitaria e sociale) necessitano di un continuo approccio europeo: ne è convinta la Federazione Eurordis, che per questo domani, 17 ottobre, a Bruxelles, insieme a UNIAMO-FIMR (Federazione Italiana Malattie Rare) e ad altre Alleanze Nazionali, lancerà la Rete Europea di Parlamentari portavoce delle Malattie Rare, gruppo di Eurodeputati che si impegneranno a mantenere in agenda le malattie rare come priorità di Sanità Pubblica

A scuola e nella società con tutti e come tutti

A scuola e nella società con tutti e come tutti

«Fornire gli elementi necessari ad acquisire una maggiore consapevolezza sulle dinamiche storiche, culturali e sociali che stanno alla base della complessiva condizione di svantaggio e emarginazione dei ragazzi stranieri con disabilità e fornire qualche concerto elemento per riconoscere e contrastare le situazioni di discriminazione»: con questo obiettivo, la Federazione lombarda LEDHA promuoverà da domani, 17 ottobre, a Crema, il ciclo di incontri formativi “A scuola con tutti e come tutti. Nella società con tutti e come tutti”, proseguendo successivamente anche a Mantova e Milano

Proprio niente è impossibile, nemmeno pilotare un aereo…

Sabrina Papa al posto di comando dell'aereo. Dietro c'è il suo istruttore

…soprattutto se a farlo è una persona non vedente, che grazie alla giusta tecnologia e alla grande disponibilità di un istruttore, può effettivamente riuscirvi, come capita a Sabrina Papa, il cui pensiero è che «oggi, per un cieco, è più facile pilotare un aeroplano che spostarsi dove a quando vuole sulla terra!». Andiamo a scoprire com’è nata la sua passione per un’attività ritenuta a dir poco impossibile, come appunto pilotare un aereo

Giovanni Nigro, una vita contro le distrofie muscolari

Una foto dei primi Anni Ottanta del professor Nigro (a sinistra), insieme al fondatore della UILDM Federico Milcovich

«È stato un pioniere nel costruire quell’alleanza medico-paziente che vede il mondo medico-scientifico mettersi a disposizione di quello sociale, delle persone, senza separazioni, senza distanze. Ed è anche riuscito a trasmettere quel modello di presa in carico che oggi è per noi importantissimo, dove la persona è al centro e i problemi di natura sociale e sanitaria vanno gestiti insieme». Così Marco Rasconi, presidente della UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), ricorda Giovanni Negro, medico e tra i padri fondatori di tale Associazione, scomparso la notte scorsa

Adulti con autismo: mai più fantasmi!

Una giovane persona adulta con autismo

Prendiamo spunto, per il nostro titolo, da quello dell’intervento che Benedetta De Martis, presidente nazionale dell’ANGSA (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici), pronuncerà domani, 14 ottobre, a Bologna, nel corso del convegno “Autismo, non solo bambini”, organizzato dalla Sezione locale della stessa ANGSA. Durante l’incontro, il tema della vita adulta delle persone con autismo verrà trattato a trecentosessanta gradi in ogni sua sfaccettatura

L’entusiasmo della Sicilia per “Happy Hand in Tour”

Foto di gruppo per un nutrito numero dii praticanti di aikido a Palermo. Questa tradizionale arte marziale giapponese sarà tra le discipline protagoniste di "Happy Hand in Tour" nel capoluogo siciliano

Sta per tornare in Sicilia, ed esattamente a Palermo, “Happy Hand in Tour”, il ciclo di eventi che grande successo sta ottenendo ormai da più di due anni in tanti Centri Commerciali IGD di tutta Italia, coinvolgendo migliaia di persone e trasmettendo una nuova cultura sulla disabilità, tramite lo sport e l’espressione creativo-artistica. In questa seconda stagione, ai tradizionali partner – la Società IGD, la FISH, il CIP e l’Associazione WTKG – si sono aggiunti anche il CSI e l’UISP, le due Associazioni che maggiormente favoriscono la promozione dell’attività sportiva in Italia

Gli Insuperabili: una scuola calcio e molto più

L'immagine che accoglie i visitatori nel sito dell'Associazione Insuperabili

Creare una scuola calcio per ragazzi e ragazze con disabilità intellettive e relazionali, ma anche motorie, basata sul concetto che lo sport sia un potente strumento di socializzazione e integrazione, che può migliorare a ogni livello la qualità di vita: è partita vicino a Torino, l’avventura degli Insuperabili, ma oggi coinvolge centinaia di giovani in dieci città italiane

Un ricco programma per la Conferenza Toscana sulla Disabilità

Saranno affidate a Stefania Saccardi, assessore della Regione Toscana al Diritto alla Salute, al Welfare e all’Integrazione Sociosanitaria, le conclusioni della Conferenza di San Donnino di Campi Bisenzio (Firenze)

Durante infatti la due giorni della III Conferenza Regionale Toscana sui Diritti delle Persone con Disabilità, in programma per domani, 13 ottobre e sabato 14, a San Donnino di Campi Bisenzio (Firenze), si parlerà segnatamente di temi centrali, quali la vita indipendente delle persone con disabilità e l’adattamento domestico, la lotta alle barriere, il cosiddetto “Dopo di Noi” e i progetti europei sul lavoro, aprendosi però anche ad altre importanti questioni, riguardanti in particolare l’accessibilità alla cultura, al paesaggio, al turismo, allo sport e al mondo del lavoro

Tutta la forza dello Sport Unificato

Una partita di calcio a 5 unificato, promossa da Special Olympics, con squadre miste di giocatori con e senza disabilità intellettiva

Verrà presentato domani, 12 ottobre, presso il CONI di Roma, alla presenza anche di Tim Shriver, presidente mondiale di Special Olympics, un torneo sportivo in programma nei prossimi giorni nella Capitale, promosso da Special Olympics Italia, la componente nazionale del movimento dedicato allo sport praticato da persone con disabilità intellettiva. E sarà ancora una volta un’occasione preziosa per evidenziare tutto il valore dello Sport Unificato, strumento in grado di unire le persone, con e senza disabilità intellettive, favorendo l’inclusione sociale

La tragedia di Adan è una sconfitta per tutta la nostra civile società

«Quanto accaduto ad Adan e alla sua famiglia riguarda tutti noi, in quanto persone, cittadini, genitori, figli, esseri umani, perché crediamo che il valore della vita e della dignità non possano mai essere messi in discussione, o in secondo piano»: non si possono non condividere le parole diffuse dalla UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), di fronte alla tragedia di Adan, ragazzo curdo iracheno con grave disabilità, fuggito dalla guerra, rifiutato dalla Svezia e morto a Bolzano, dopo avere vagato per molti giorni tra strade e uffici, insieme alla sua famiglia

Autobiografie professionali nel settore dell’inclusione

Sarà al centro di una nuova presentazione, prevista per domani, 12 ottobre, a Roma, il libro “Storie di scuola. L’inclusione raccontata dagli insegnanti: esperienze e testimonianze”, voluto dal Centro Territoriale di Supporto ai Bisogni Educativi Speciali dell’Istituto De Amicis di Roma, e già definito al momento della sua uscita come «il primo esempio in letteratura di autobiografie professionali nel settore dell’inclusione»

Quel fedele e instancabile compagno di libertà

Riflettere sull’importanza del cane guida per l’autonomia e la mobilità delle persone non vedenti, sensibilizzare la collettività sia sulle gravi difficoltà economiche delle scuole di addestramento nazionali, sia sulle discriminazioni che vedono ancora protagoniste le persone non vedenti accompagnate dal loro cane guida, nell’accedere ai luoghi di pubblica utilità: sono questi gli scopi della Giornata Nazionale del Cane Guida, istituita nel 2006 dall’UICI, in occasione della quale la componente lombarda della stessa UICI ha promosso una pubblica manifestazione per il 15 ottobre a Milano

Volevo capire l’“assenza” delle persone con disabilità dalla vita quotidiana

«L’idea di questo libro è nata parlando con mio figlio. Volevo capire meglio la sua disabilità e al tempo stesso capire perché le persone con disabilità sono così assenti dalla vita quotidiana, dall’arte e dalla letteratura»: così la scrittrice Simonetta Agnello Hornby racconta come ha avuto inizio il suo viaggio in Italia con il figlio George, affetto da sclerosi multipla, esperienza che si è trasformata nel libro “Nessuno può volare” e nell’omonimo documentario che è stato presentato in anteprima nazionale ieri, 11 ottobre, a Milano