In favore di “coloro che si prendono cura” (caregiver)

Una caregiver mentre assiste una persona con disabilità

Dedichiamo oggi un approfondimento alla Delibera approvata qualche mese fa dalla Regione Emilia Romagna, per il riconoscimento e il sostegno dei caregiver familiari – ovvero coloro che si prendono cura di una persona che abbia importanti necessità di assistenza – figure per le quali, nonostante varie azioni anche legali, tuttora in corso, continua a mancare un riconoscimento, nel nostro Paese, persino dal punto di vista linguistico

Terzo Settore e Welfare restino tra le priorità del Governo

Il presidente del Consiglio Renzi, durante il suo discorso alla Camera che lo ha visto presentare il cosiddetto "programma dei mille giorni"

Lo dichiara Pietro Barbieri, portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore, notando l’assenza – nel discorso con cui il presidente del Consiglio Renzi ha presentato alla Camera il cosiddetto “programma dei mille giorni” – di riferimenti alla riforma del Terzo Settore e ai temi del welfare e delle politiche sociali. «Le tante improrogabili riforme – sottolinea tra l’altro Barbieri – non possono prescindere da un intervento volto a sostenere e a valorizzare le politiche sociali»

Ma davvero Roma batte New York in accessibilità?

La riproduzione del "David" di Michelangelo alla mostra di Roma

Al di là del nostro titolo (molto) provocatorio, per chi conosce le tante barriere di Roma, pare proprio sia così, almeno per quanto riguarda l’accessibilità all’arte, da parte delle persone con disabilità visiva, come ha testimoniato la grande mostra dedicata a Michelangelo, ospitata dai Musei Capitolini

Per una nuova cultura sulla disabilità, in tutto il mondo

Per una nuova cultura sulla disabilità, in tutto il mondo

Cosa si sta facendo per attuare il Piano d’Azione sulla Cooperazione allo Sviluppo e la Disabilità, redatto dal nostro Ministero degli Esteri, grazie anche alla collaborazione delle associazioni di persone con disabilità, testo che sancisce l’ingresso del principio dell’inclusione della disabilità in ogni fase di ideazione delle politiche e delle pratiche di sviluppo? Lo abbiamo chiesto a Giampaolo Cantini, direttore generale per la Cooperazione allo Sviluppo presso il Ministero degli Esteri

Marche: bene il potenziamento dei servizi, ma non basta

Il CAT Marche ritiene che le Linee Guida sulle Cure Domiciliari, recentemente approvate dalla Regione, siano un documento «generico e privo di indicazioni vincolanti»

È positivo, da parte delle organizzazioni del CAT Marche (Comitato Associazioni Tutela), il giudizio sulla scelta della Regione di potenziare l’offerta sociosanitaria, ma ora saranno indispensabili altri interventi all’insegna della chiarezza, sulle cure domiciliari e sugli oneri – non dovuti – a carico degli utenti, per evitare situazioni in cui a pagare siano sempre gli “ultimi della fila”, ovvero le persone non autosufficienti e le loro famiglie

Centocinquantesima ratifica: complimenti, Convenzione!

La cilena María Soledad Cisternas Reyes, componente del Comitato ONU sui Diritti Umani delle Persone con Disabilità

Nei giorni scorsi, infatti, il centocinquantesimo Stato ha ratificato la Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità, facendo segnare una delle percentuali più alte mai riscontrate finora, nell’àmbito dei trattati internazionali sui diritti umani. E a scorrere l’elenco dei Paesi che hanno provveduto a tale passaggio – l’Italia lo ha fatto nel 2009 – spicca il dato che le ratifiche sono trasversali a tutte le zone e le culture del mondo

Napoli: niente bilancio, niente scuola, niente diritti!

Uno dei tanti manifesti realizzati dall'associazione napoletana Tutti a Scuola

«Ogni impegno di spesa in materia di assistenza e diritto allo studio è sospeso perché non è stato ancora approvato il bilancio dell’ente, i cui termini sono stati prorogati al 30 settembre. Quindi, spero che da qui a venti giorni sia possibile trovare una soluzione».Queste le sconcertanti parole dell’Assessore Provinciale di Napoli al Diritto allo Studio. E così oltre seicento studenti con disabilità delle scuole superiori sono rimasti a casa…

Il Comune di Torino deve migliorare l’accesso ai trasporti

Il Comune di Torino deve migliorare l’accesso ai trasporti

Lo ha stabilito una Sentenza del TAR del Piemonte, relativa a un ricorso presentato da alcune organizzazioni torinesi, insieme a singoli cittadini, contro il Regolamento sui trasporti approvato nel 2012 dal Comune di Torino. Infatti, pur respingendo alcune parti del ricorso, la Sentenza obbliga il Comune di Torino ad agire per eliminare le barriere e per migliorare l’accesso al servizio di trasporto pubblico, da parte degli utenti con disabilità

Sanità: eliminare gli sprechi e investire nel modo giusto

Sanità: eliminare gli sprechi e investire nel modo giusto

«Il tema della sostenibilità del Servizio Sanitario Nazionale – dichiara il Presidente della Fondazione GIMBE, organizzazione costituita dall’Associazione Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze – non può essere affrontato esclusivamente sotto il segno della finanza pubblica. Occorre infatti mirare da una parte a tagliare gli enormi e intellorabili sprechi, dall’altra a investire su servizi e prestazioni sottoutilizzate»

In tanti lavorano contro la sclerosi multipla progressiva

L'inglese Alan Thompson, presidente del Comitato Scientifico Direttivo dell’International Progressive MS Alliance e decano dell’University College di Londra

Nei giorni scorsi, infatti, durante l’importante appuntamento internazionale dell’“ECTRIMS Congress” di Boston, l’Alleanza Internazionale impegnata sul fronte della sclerosi multipla di tipo progressivo – forma che riguarda circa un milione di persone nel mondo – ha assegnato il suo primo bando a ventidue progetti di ricerca di scienziati provenienti da nove diversi Stati, tra cui anche l’Italia, con un gruppo di lavoro dell’Università di Verona

Nuovi strumenti per l’inclusione e il progetto di vita

Favorire l’inclusione sociale e il raggiungimento delle pari opportunità per le persone con disabilità intellettiva e/o relazionale, rendendo concreto il diritto alla predisposizione di un progetto individuale, tramite sperimentazione di nuovi strumenti che ne individuino i bisogni, adattandoli a quelli delle persone con disabilità intellettive e/o evolutive in età adulta: consiste in questo il nuovo progetto dell’ANFFAS, che verrà presentato il 22 settembre a Roma

Sanità: più efficienza e meno sprechi, ma niente tagli

«Anche noi – dichiara Pietro Barbieri, portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore, di fronte alle voci secondo cui la potrebbe esserci altri tagli alla spesa sanitaria – siamo favorevoli a una riorganizzazione e revisione del sistema sanitario affinché sia garantita maggiore efficienza e si evitino gli sprechi e tuttavia sarebbero insostenibili ulteriori tagli a un settore in cui spendiamo, tra l’altro, nella media europea»

Treni e persone con disabilità, capitolo secondo…

Dopo avere raccontato nei giorni scorsi la vicenda di una persona con disabilità visiva, letteralmente “abbandonata a se stessa” in una stazione del Veneto priva di assistenza, la nostra “odissea” dei viaggiatori con disabilità in treno approda oggi in Liguria, a Rapallo, dove una persona con disabilità in carrozzina – per dirne solo una – non può né partire né arrivare. E nonostante le tante promesse, gli interventi concreti non arrivano ancora

Stop ai tagli sulla sanità pubblica

Arrivano le prime reazioni alle voci secondo cui la spending review del Governo potrebbe prevedere altri tagli alla spesa sanitaria. «Aggiungere ai 30 miliardi di tagli già effettuati negli scorsi anni sulla sanità un ulteriore 3% – dichiarano ad esempio Vera Lamonica e Stefano Cecconi della CGIL, secondo i quali le smentite del Governo non sono affatto rassicuranti – è assolutamente insostenibile»