Autonomia

Forse siamo a una svolta per il parcheggio gratuito tra le strisce blu

Forse siamo a una svolta per il parcheggio gratuito tra le strisce blu

In un quadro che ormai da anni è a dir poco confuso, con città che fanno pagare alle persone con disabilità il parcheggio tra le strisce blu, mentre in molte altre quello stesso parcheggio è gratuito, approda alla Camera una Proposta di Legge che è il frutto dell’impegno di Cittadinanzattiva, della UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) e della Società VerA, con l’obiettivo appunto di consentire ai cittadini con disabilità di parcheggiare gratuitamente sulle strisce blu con il proprio automezzo, quando gli spazi riservati sono già occupati o non presenti

Non solo per i cittadini con disabilità, ma per tutti

Una realizzazione grafica dedicata a una città per tutti

«Un Comune che intende ripensarsi e ridisegnarsi in un’ottica “per tutti” presenta, nello stesso impegno preso, un visibile segnale di vicinanza a tutta la cittadinanza, ricordando che una piena accessibilità e fruibilità per persone con esigenze specifiche si presenta quale elemento di qualità per tutti»: Gabriele Piovano, presidente della CPD di Torino (Consulta per le Persone in Difficoltà) parla nello specifico del Progetto “Avigliana for all”, relativo appunto alla città di Avigliana (Torino), ma si tratta senza dubbio di concetti validi universalmente, al di là del singolo territorio

Quelle famiglie con disabilità, né sole né isolate

Foto di gruppo per l'evento conclusivo di Gonnosfanadiga del Progetto "Sportello Open Family"

«Un progetto di sostegno articolato, per accompagnare e guidare caregiver e genitori di figli con disabilità nelle situazioni di disagio, sofferenza psicologica e/o difficoltà a gestire le criticità della vita quotidiana, con l’obiettivo fondamentale di contribuire a creare condizioni di benessere per le persone con disabilità»: è stato questo il Progetto “Sportello Open Family. Informazione e supporto psicologico itinerante”, che ha coinvolto quattro Comuni del Medio Campidano in Sardegna e che ha vissuto il proprio evento conclusivo all’insegna dell’emozione e dell’allegria

Paestum, “amico dell’autismo”

Il disegno realizzato da Antonella Ricciardi, per illustrare l'iniziativa "Un tuffo nel blu"

Continua, al Parco Archeologico di Paestum, in Campania, il percorso “amico dell’autismo” (“Autism Friendly”), in collaborazione con l’Associazione Cilento4all e con l’Università Parthenope di Napoli: ogni terza domenica del mese, infatti (su prenotazione negli altri giorni), sarà possibile partecipare alle visite didattiche denominate “Un tuffo nel blu”, dedicate a famiglie e scuole con bambini e ragazzi con autismo, ma in generale rivolte a tutti, avvalendosi di strumenti originali e innovativi con cui interagire, oltreché partecipando a laboratori appositamente ideati

Buon cibo e competenze al “Pesce fuor d’acqua”

Lo staff dell'Osteria Sociale "Il pesce fuor d'acqua", che verrà inaugurata il 21 febbraio a Cascina di Buti (Pisa)

«La solidarietà ha un buonissimo sapore, invitiamo caldamente ad assaggiarla!»: è quanto mai appropriato il messaggio con cui Simona Lancioni chiude la sua presentazione dell’Osteria Sociale “Il pesce fuor d’acqua”, che verrà inaugurata il 21 febbraio alle Cascine di Buti, in provincia di Pisa. Si tratta di un locale che è il frutto di un progetto nato da lontano, postosi come obiettivi principalmente la socializzazione e l’inclusione delle persone con disabilità

Un premio meritato per il Progetto “Ci sei nei musei”

Una persona dell'ANFFAS di Cremona conduce una visita guidata nell'àmbito del Progetto "Ci sei nei musei"

Il bel progetto denominato “Ci sei nei musei”, voluto dall’ANFFAS di Cremona in collaborazione con il Comune della città lombarda e basato su informazioni in formato “facile da leggere e da capire”, oltreché su persone con disabilità intellettiva e/o relazionale che diventano “ciceroni” per i visitatori, ha ottenuto un meritato riconoscimento, vale a dire il secondo premio nella categoria “Premio Persona e Comunità”, per la valorizzazione delle migliori iniziative finalizzate allo sviluppo, al benessere e alla cura della persona, promosso dal Centro Studi Cultura e Società di Torino

Il diritto di sapere cosa stai acquistando

La presentazione dell'Etichetta Lilla all'"Olio Officina Festival" di Milano

«Oltre un milione e mezzo di persone cieche e ipovedenti in Italia non hanno accesso alle informazioni contenute sui prodotti di largo consumo: crediamo sia giunto il momento di consentir loro di sapere cosa stanno acquistando e di poter riconoscere facilmente le confezioni una volta portate a casa»: lo hanno detto a Milano gli ideatori dell’Etichetta Lilla, iniziativa che intende unire in modo proficuo il sociale e l’economia, voluta dagli stessi che a suo tempo diedero il via alla Bandiera Lilla, simbolo di promozione e incentivazione del turismo fruibile da parte di tutti

Camper Down

Camper Down

Sarà un viaggio per “mostrarsi”, saranno momenti di informazione e socialità, ma anche di crescita, per l’opinione pubblica e per le stesse persone con sindrome di Down e le loro famiglie: 37 tappe, partendo e arrivando a Roma, dal 21 marzo al 13 ottobre, con un camper il cui equipaggio via via cambierà, restando però sempre composto da due persone con sindrome di Down, un operatore e un familiare. È il “DownTour”, con cui l’AIPD (Associazione Italiana Persone Down) celebrerà i quarant’anni dalla propria fondazione, avvenuta quando ancora le persone con sindrome di Down “non si mostravano”

Tempo di teatro senza barriere

Un'elaborazione grafica dedicata al progetto "Teatro senza Barriere®"

Già da molti anni è nato a Milano “Cinema senza Barriere®”, progetto di cinema accessibile, ideato dall’AIACE (Associazione Italiana Amici Cinema d’Essai), che promuove il diritto di chiunque di andare al cinema, persone non udenti e non vedenti incluse, grazie alla sottotitolazione e all’audiodescrizione. Sulla scorta di tale consolidata esperienza, sempre l’AIACE ha dato il via lo scorso anno a “Teatro senza Barriere®”, iniziativa dai medesimi obiettivi, la cui nuova stagione è stata presentata nel corso di un incontro al Teatro Elfo Puccini di Milano

La cultura tra le mani

Per continuare a promuovere la conoscenza e la diffusione del Braille – sistema di letto-scrittura “sempreverde” e di valore tuttora imprescindibile per le persone con disabilità visiva – l’UICI ha organizzato per il 20 e 21 febbraio a Matera, in collaborazione con il Club Italiano del Braille, la due giorni di incontri e dibattiti denominata “La cultura tra le mani”, per celebrare degnamente la dodicesima Giornata Nazionale del Braille, in un’ideale abbinamento culturale con la città lucana che, com’è noto, è la Capitale Europea della Cultura 2019

Cultura accessibile oltre il buio

Il 14 febbraio a Trieste andrà a uno studio che mette in rapporto gli ausili audio video destinati alle persone con disabilità, con le linee guida adottate per effettuare proprio le descrizioni rivolte a “categorie speciali”, il premio annuale alla tesi di laurea su politiche e interventi riguardanti i diritti e l’integrazione delle persone con disabilità, iniziativa promossa dalla Consulta Regionale delle Associazioni delle Persone Disabili e delle loro Famiglie del Friuli Venezia Giulia, d’intesa con l’Università di Trieste

Se il mio film avesse le ruote…

Si chiama “Abilissimi Protagonisti” ed è un percorso didattico e filmico rivolto alle persone con disabilità dell’Emilia Romagna, promosso dalla casa di produzione cinematografica bolognese Zarathustra Film, insieme alla Pro Loco di Casola Valsenio (Ravenna). Ora, dopo un sostanzioso percorso formativo, l’obiettivo – per il quale è attiva anche una campagna di raccolta fondi nel web – è la realizzazione del cortometraggio intitolato “Se il mio film avesse le ruote. Storia del cinema in carrozza a rotelle”, basato su alcune scene celebri del cinema reinterpretate da attori con disabilità

L’intelligenza artificiale e le persone con disabilità

«Tutte le nuove tecnologie dovrebbero promuovere l’inclusione e la partecipazione delle persone con disabilità in tutte le fasi della vita e non produrre ulteriore esclusione e discriminazione»: lo ha detto Yannis Vardakastanis, presidente del Forum Europeo sulla Disabilità, nel corso di un importante incontro a Vienna, cui hanno partecipato, insieme a numerosi esponenti del movimento europeo delle persone con disabilità, i rappresentanti di vari “giganti” delle nuove tecnologie, quali Microsoft, Amazon, Facebook e Google

Un binomio perfetto per il “Percorso Patente”

Si consolida la collaborazione tra l’Istituto Riabilitativo Montecatone di Imola (Bologna) – la nota struttura specializzata nel settore delle lesioni midollari e cerebrali – e l’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari della città emiliana, sempre con l’obiettivo di facilitare il reinserimento nella vita sociale e lavorativa dei ricoverati, che possono tornare a guidare un’automobile. Per il terzo anno consecutivo, infatti, l’Autodromo ha messo a disposizione il Paddock 2, per le prove di guida mediante autovetture già allestite con diverse tipologie di comandi ausiliari

Un’accelerazione al percorso della Disability Card

Un’accelerazione al percorso della Carta Europea della Disabilità è arrivata dalla Legge di Bilancio e a tal proposito la FISH – titolare in Italia del progetto, in partenariato con l’altra Federazione FAND – ha partecipato a un incontro al Ministero per la Famiglia e le Disabilità, per parlare delle fasi necessarie a concretizzare l’operazione. L’EU Disability Card, va ricordato, permetterà alla persone con disabilità di accedere a vari servizi gratuiti o a costo ridotto in materia di trasporti, cultura e tempo libero, in regime di reciprocità con i Paesi che hanno aderito all’iniziativa

Due utili ausili per persone con disabilità visiva

Organizzata dalla Commissione Ausili, Nuove Tecnologie e Accessibilità dell’UICI di Napoli (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), è in programma per domani e dopodomani, 30 e 31 gennaio, rispettivamente a Sant’Anastasia e nel capoluogo partenopeo, la presentazione di due utili ausili per persone con disabilità visiva, vale a dire Ray, rilevatore di ostacoli vibrante e sonoro e Felixphone, telefono cellulare parlante

E dopo la Bandiera, arriva anche l’Etichetta Lilla

Sempre dalla medesima Cooperativa ligure che ha creato alcuni fa la Bandiera Lilla, simbolo di promozione e incentivazione del turismo fruibile da parte di tutti, arriva ora anche l’Etichetta Lilla, ovvero un’etichetta in Braille, che contrassegnerà le informazioni contenute nelle etichette dei prodotti alimentari e non, fruibili anche da parte delle persone con disabilità visiva. L’iniziativa verrà presentata il 1° febbraio a Milano, nell’àmbito della manifestazione “Olio Officina Festival”

Quegli “sguardi inclusivi” che conquistano le scuole di Sassari

Il 29 gennaio scorso, al Cityplex Moderno di Sassari, vi è stato il quarto appuntamento della rassegna “Sguardi inclusivi. Progetto Scuola, cinema e autismo”, ciclo di proiezioni con adattamento ambientale (il sistema “Friendly Autism Screening”), che consente a tutti i giovanissimi spettatori con disturbo autistico di condividere l’esperienza cinematografica con i compagni di scuola. Insieme all’Associazione ANGSA di Sassari, a collaborare all’iniziativa – che ha superato la soglia dei cinquecento studenti partecipanti – vi è “Cinemanchìo”, noto progetto di inclusione culturale

L’arte che risveglia l’anima, attraverso i linguaggi della neurodiversità

«Questa mostra testimonia che l’effetto terapeutico può diventare un tutt’uno con la rappresentazione del bello. L’arte è sempre così!»: Aldo Grassini, presidente del Museo Tattile Statale Omero di Ancona, sintetizzare mirabilmente il significato della mostra itinerante “L’arte risveglia l’anima”, frutto di un progetto internazionale di inclusione culturale e sociale, in grado di mettere in contatto persone con disturbi dello spettro autistico con il resto della società, facendone emergere le grandi potenzialità creative, e che nei giorni scorsi è approdata proprio al Museo Omero di Ancona