Autonomia

Un altro tassello, a Milano, del progetto “Parchi gioco per tutti”

Un'immagine dell'inaugurazione della nuova area giochi accessibile ai Giardini Lucarelli di Milano. Alla cerimonia era presente (primo a destra) anche il presidente nazionale della UILDM Marco Rasconi

Prosegue il proprio percorso il progetto milanese “Parchi gioco per tutti”, che punta a promuovere il diritto al gioco per tutti i bambini e le bambine, realizzando aree attrezzate accessibili con giostre e giochi inclusivi nei parchi pubblici dei nove Municipi del capoluogo lombardo, avvalendosi della collaborazione di varie Associazioni, tra cui la UILDM, L’abilità, l’ANFFAS e l’UICI. Nei giorni scorsi, infatti, una nuova area è stata inaugurata nei Giardini Lucarelli, dopo quelle dei Giardini Montanelli, del Parco di Villa Finzi e dei Giardini Martinetti

“Luoghi inaccessibili”: un concorso fotografico internazionale

“Luoghi inaccessibili”: un concorso fotografico internazionale

Fotografie che mostrino luoghi inaccessibili alle persone con disabilità, in vari àmbiti della vita, intendendo il termine di “inaccessibilità” come mancanza di misure adeguate, a partire da un’infelice progettazione, che impedisca appunto l’accesso alle persone con disabilità su base di parità con gli altri: è con questo tipo di immagini che i nostri connazionali di ogni età, così come tutti i cittadini dell’Unione Europea e quelli dello Spazio Economico Europeo, potranno partecipare fino al 30 ottobre al concorso fotografico “Inaccessible Places”, lanciato dal Forum Europeo sulla Disabilità

Monopattini sì, ma usati responsabilmente

Un monopattino abbandonato in mezzo a un marciapiede

Impegnata da tempo, così come le Associazioni di Torino, sulla questione dei pericoli cui vanno incontro le persone con disabilità visiva (e non solo) di fronte alla mancanza di regolamentazione di mezzi in crescente diffusione nelle città, quali i monopattini elettrici, l’UICI di Roma ha lanciato una petizione online, per chiedere l’adozione di un sistema di rumore artificiale e altri accorgimenti, facendo in modo che queste belle alternative di mobilità ecosostenibile non diventino vere e proprie “mine vaganti” per tanti pedoni

L’accessibilità del web punto di svolta per l’accessibilità complessiva

L’accessibilità del web punto di svolta per l’accessibilità complessiva

Approvata nel 2016, la Direttiva Europea sull’Accessibilità del Web stabiliva che tutti i siti della Pubblica Amministrazione diventassero accessibili entro il giorno 23 di questo mese di settembre del 2020. Per l’occasione, il Forum Europeo sulla Disabilità ha ospitato una discussione online, per evidenziare i risultati finora ottenuti in questo àmbito e le sfide ancora aperte, oltre a lanciare un proprio sondaggio. «L’accessibilità digitale – ha dichiarato durante l’incontro il commissario europeo Thierry Breton – ha un ruolo chiave quale punto di svolta per l’accessibilità complessiva»

“SpaziOblu” svilupperà abilità e autonomie delle persone con autismo

Un giovane adulto con autismo insieme a un'operatrice

Viene inaugurato oggi, 25 settembre, a Ivrea (Torino), “SpaziOblu”, nuovo servizio educativo che ha come scopo quello di sviluppare abilità e autonomie in bambini, ragazzi e giovani adulti che rientrano nello spettro autistico e di ricercare il benessere delle famiglie attraverso lo sviluppo di percorsi personalizzati. L’iniziativa è il frutto della sinergia tra l’Associazione Carlo Ferrero di Torino, che ha finanziato l’intera iniziativa, l’ANGSA di Torino (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici), e le Società Cooperative Sociali Andirivieni e Alce Rosso

Un’altra giornata a Torino, tutta all’insegna dell’accessibilità culturale

Sophia Loren e e Marcello Mastroianni in una scena del film "Una giornata particolare"

Dopo quello del 25 giugno via web, anche quello del 29 settembre, questa volta in sala a Torino, sarà un evento “realmente particolare” e non solo perché al centro dell’iniziativa vi sarà il film di Ettore Scola “Una giornata particolare”, interpretato da Marcello Mastroianni e Sophia Loren, opera centrata su temi che rivestono tuttora una grande attualità, ma anche perché la proiezione sarà del tutto accessibile alle persone con disabilità sensoriale e cognitiva, grazie all’impegno dell’Associazione +Cultura Accessibile, realtà leader nel nostro Paese in àmbito di accessibilità culturale

Quando il tatto è molto più che una semplice alternativa alla vista

Lo scultore non vedente Andrea Bianco, ideatore del corso di Firenze, qui con una delle sue opere

Scommessa vinta, nonostante le difficoltà di questi mesi, per lo scultore non vedente Andrea Bianco e per la Sacred Art School di Firenze, rispettivamente ideatore e realizzatrice del corso di formazione pluriennale in arti plastiche per artisti non vedenti, denominato “I Passi dell’Arte”, il cui primo modulo ha visto la partecipazione di tredici persone provenienti da varie parti d’Italia. «Strutturata in questo modo – sottolinea Bianco – con una parte artistica cui si affianca quella scientifica, si tratta di un’iniziativa decisamente nuova in Italia e forse anche a livello internazionale»

Andiamo on-line: le tecnologie digitali a supporto delle persone con disabilità

Andiamo on-line: le tecnologie digitali a supporto delle persone con disabilità

Si chiama così il progetto promosso dall’AIAS di Bologna (Associazione Italiana Assistenza Spastici), al centro anche di una raccolta fondi in rete, che servirà a raccogliere le risorse utili a finanziare l’apertura di un luogo di formazione aperto alle persone con fragilità e disabilità di tipo fisico, cognitivo, relazionale e comportamentale di tutte le età, in cui potranno imparare e sperimentare l’uso delle tecnologie di base e più avanzate e nello stesso tempo creare un luogo di socialità

A Follonica un teatro accessibile a tutti i livelli (e anche in streaming)

A Follonica un teatro accessibile a tutti i livelli (e anche in streaming)

«Accessibile per chi ci sarà fisicamente, in un edificio senza barriere, e con particolare attenzione alle persone con disabilità visiva; accessibile per chi assisterà agli spettacoli a distanza, grazie alla tecnologia; accessibile perché la programmazione è stata pensata anche per chi è meno vicino al mondo teatrale»: sarà questo la seconda edizione di “Teatro on air – Per un teatro accessibile”, rassegna che a Follonica (Grosseto), ma anche in diretta streaming, si articolerà su quattro date successive, con la partecipazione di altrettanti noti attori, dal 26 settembre al 14 novembre

A Roma problemi per il trasporto e non solo per quello scolastico

Gravi disagi per il trasporto scolastico degli alunni e delle alunne con disabilità nel Comune di Roma vengono denunciati dalla CGIL, causati, secondo l’organizzazione sindacale, dalla mancata retribuzione ai dipendenti da parte della Società Tundo, cui il servizio è appaltato. Ma i problemi riguardanti il trasporto delle persone con disabilità nella Capitale non riguardano solo la scuola, bensì anche i centri riabilitativi rivolti a persone adulte con disabilità complesse, come viene segnalato dall’Associazione UFHA

Un progetto europeo che punta a una reale mobilità per tutti

Si chiama “Trips” ed è un progetto europeo che punta a mettere in atto misure pratiche per affrontare e prevenire la discriminazione dei cittadini con disabilità a causa delle barriere e delle difficoltà di fruizione del trasporto pubblico urbano, guardando a tutti i tipi di barriere, legate all’età e alla salute, o anche alle barriere linguistiche. Numerose le città coinvolte, tra le quali, in Italia, anche Bologna, con il coordinamento della Fondazione per lo Sport Silvia Rinaldi, ove tra le Associazioni partecipanti vi è la UILDM locale (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare)

“InAut”, un progetto in Toscana per la vita indipendente

La Società della Salute Alta Val di Cecina Valdera (Pisa) ha diffuso un avviso pubblico rivolto a persone con disabilità residenti sul territorio interessato, che finanzia interventi in materia di vita indipendente a valere sulle risorse ministeriali di cui al Fondo per la Non Autosufficienza 2019-2021. L’avviso si chiama “Indipendenza e autonomia – InAut” e gli interessati potranno presentare domanda di partecipazione fino al 14 ottobre prossimo

L’importanza di un’Agenzia Nazionale per l’Accessibilità Culturale

Frutto di un lavoro di raccordo con le varie Federazioni e Associazioni impegnate in favore dei diritti delle persone con disabilità, la Delegazione Nazionale Cultura – Coordinamento nazionale per l’accessibilità e l’inclusione ha inviato ai principali referenti istituzionali nazionali un documento in cui propone la nascita di un’Agenzia Nazionale per l’Accessibilità Culturale, come «innovativa struttura che promuova e coordini i processi culturali inclusivi a favore delle persone con disabilità, concentrandosi su temi quali l’accessibilità, la formazione e l’inserimento professionale»

Premiato Hackability, che crea ausili insieme alle persone con disabilità

Antico e prestigioso riconoscimento destinato al design industriale, il “Premio Compasso d’Oro” viene assegnato dall’Associazione per il Disegno Industriale ed è con particolare piacere che segnaliamo come, nell’àmbito del “XXVI Compasso d’Oro”, una Menzione d’Onore sia andata a un’iniziativa nata dal basso e impegnata sul fronte della disabilità e dell’inclusione, quale Hackability, organizzazione non profit avviata a Torino, ma diffusasi anche in altre città, della quale in questi anni ci siamo già occupati in varie occasioni

Quando l’arte fa ritrovare l’identità alle persone con disabilità motoria

Nata per migliorare la qualità di vita delle persone con disabilità motoria e per promuovere una nuova cultura dell’ inclusione sociale, la Società Cooperativa Spazio Vita Niguarda di Milano lo fa anche attraverso l’arte, all’interno del proprio Atelier, ove dipingendo o modellando, le persone tornano a scoprire il loro esserci, la loro identità. Solo lo scorso anno sono state più di settanta le persone con disabilità che hanno usufruito di tale esperienza e il prossimo appuntamento pubblico è previsto in occasione della “3^ Biennale Le Arti Possibili” di Milano, dedicata quest’anno al rame

Niente contro bici e monopattini, ma rispettino chi non vede o è in carrozzina

«Come già abbiamo chiarito in molte occasioni, la nostra non è affatto una presa di posizione contro i mezzi ecologici e la cosiddetta mobilità dolce. Ne comprendiamo il valore, a patto, però, che sulle strade cittadine ci sia rispetto per chi non vede o è in carrozzina. Al momento, invece, vige il caos più assoluto»: lo dicono dall’UICI di Torino, che per dare visibilità a tale problema e più in generale per una mobilità più attenta alle persone con disabilità, ha promosso il 14 settembre, insieme a varie altre organizzazioni, una manifestazione di protesta davanti al Municipio di Torino

Città accessibili a tutti in quest’epoca di cambiamenti e difficoltà

“Città accessibili a tutti. Politiche, piani ed esperienze per rispondere a cambiamenti climatici, invecchiamento e nuove fragilità”: si intitolerà così l’incontro promosso per il 18 settembre a Venezia dall’INU (Istituto Nazionale di Urbanistica) e da URBIT (Urbanistica Italiana), voluto per sviluppare un quesito di base, ovvero come interpretare gli spazi pubblici in relazione alle condizioni imposte dall’emergenza sanitaria, con attenzione alle categorie più fragili e alle marginalità, per città più resistenti ai cambiamenti climatici

La vita indipendente diventa sostanza in una casa della Campania

Frutto di una proficua rete territoriale tra le Istituzioni, il Terzo Settore e la rappresentanza delle persone con disabilità, è stato inaugurato nei giorni scorsi a Pontecagnano Faiano (Salerno) il primo “Dopo di Noi co-housing” realizzato in Campania e denominato “A casa di Francesca e Giovanna”, bella iniziativa a sostegno della vita indipendente e della deistituzionalizzazione delle persone con disabilità

Un Parco della Lettura aperto a tutti

È un progetto davvero encomiabile, quello del Parco della Lettura, realizzato a Morgex, in provincia di Aosta, che verrà inaugurato il 12 settembre, e non solo perché si parla di un parco davvero speciale, ma anche perché si tratta di un’iniziativa che “nasce” inclusiva e accogliente per tutti, traducendo in un diritto concreto la piena partecipazione insieme agli altri dei bambini e delle bambine con diverse disabilità ad attività ludiche, ricreative e di tempo libero, come sancito dalla Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità